GP di Spagna - Il Circus riparte da Barcellona

Eurosport - gio, 06 mag 11:55:00 2010

Dopo settimane di sosta riparte il mondiale di Formula Uno. Si riparte dall'Europa e con Jenson Button al primo posto in generale piloti. Ferrari chiamata al riscatto. Occhi puntati su Michael Schumacher...

Alonso Schumacher Button 2010 - 0

Sono passate tre settimane dall’ultima tappa mondiale in Cina. Il tempo giusto per i trasferimenti, le valutazioni tecniche e il riposo necessario dopo quattro turni ad alta tensione in giro per il mondo. Si torna in Europa, nel continente delle gare classiche, della storia e degli “orari giusti”: in poche parole parte il mondiale parte seconda. E proprio dai circuiti tradizionali, continentali le scuderie cercano quel salto di qualità necessario per lanciarsi in classifica mondiale. Tutti contro tutti, nessun favorito, tutti in corsa.

Un giro nel Circuit de Catalunya. Un mix interessante di velocità e curve lente e veloci. 4.655 m di tracciato da affrontare in 66 giri per una distanza totale di oltre 300 Km. Si parte con curve abbastanza veloci prima dell’entrata nel secondo settore, più lento e soprattutto tecnico: dalla curva 4 alla 9 un serie di scossoni dalla quinta alla seconda marcia che renderanno la vita di pneumatici e freni abbastanza difficile. E a pieno carico sarà un bel test per meccanica e piloti. Il rettileno che porta alla Caixa poi è spazio interessante per sorpassi e impostazione prima dell’ingresso al terzo e ultimo settore, una serie di tornanti da brividi che termina nella “chicane racc”, ultimo strappo prima della curva che immette nel lungo rettileno d’arrivo.

Ferrari obbligata a far bella figura. Si torna in Europa e si riparte dalla zona Fernando Alonso. Barcellona sarà tutta per il pilota asturiano e quindi per il Cavallino Rampante. Un appuntamento che la Ferrari non può proprio mancare. C’è grande attesa per le modifiche aerodinamiche della Rossa, su tutte lo sperimentale sistema F-Duct modello McLaren ma dal funzionamento differente. Nella pratica, senza fermarci su movimento del pilota e vari meccanismi, la possibilità di guadagnare velocità nei rettilinei annullando la resistenza dell’ala. Da valutare poi l’entità dello scontro interno tra i due piloti in Rosso e soprattutto le decisioni del muretto fino adesso abbastanza discutibili.

Chi arriva al primo appuntamento europeo con il vento in poppa è sicuramente la McLaren e in particolar modo Jenson Button. L’inglese campione del mondo ha dimostrato buona continuità e adattamento nelle prime tappe iridate. Con due vittorie in Australia e Cina che valgono il primo posto in classifica piloti. Chi invece è alla ricerca di risultati e anche fortuna è il compagno Lewis Hamilton, secondo in Cina, autore di gare splendide ma ancora a secco di vittorie pesanti.

La Red Bull si ripresenta in Europa con molti, troppi dubbi. La monoposto sembra funzionare ma l’ultima tappa cinese ha aperto voragini preoccupanti nel team di Milton Keines. Tempo di rivincita quindi per Sebastian Vettel e Mark Webber in un circuito che potrebbe favorire le RB6.

Ma chi continua a lavorare senza sosta e si aspetta da Barcellona i primi importanti risultati è la Mercedes. Michael Schumacher chiamato alla svolta dopo le delusioni di avvio di stagione. Nico Rosberg chiamato invece alla conferma dopo i buoni risultati con il terzo posto di Malesia e Cina. La Mercedes punta molto sul Kaiser, soprattutto in Europa dove oltre ad assetti e velocità conta molto l’esperienza.

E attenzione a Williams e Renault. Insomma l’Europa comincia da Barcellona. Tutto pronto per il primo vero scatto verso il titolo iridato. Alonso lo diceva chiaramente: “L’Europa dirà chi è il migliore...”.

Appuntamento a sabato per le Qualifiche ufficiali a partire dalle ore 14. Quindi domenica per la gara, sempre alle 14. Eurosport seguirà il fine settimana di Formula Uno con la diretta scritta di qualifica e gara e con report, dichiarazioni e pagelle finali...

Andrea Prete / Eurosport

Non sei ancora un utente Yahoo! ? subito per avere un account Yahoo!