Coppa del Re - Guardiola deciso "In campo per vincere"

mar, 17 gen 22:35:00 2012

Pep Guardiola si prepara per l’ennesimo Clasico, valido per l’andata dei quarti di finale di Copa del Rey, contro José Mourinho e la sua intenzione è quella di scendere in campo per vincere

guardiola messi - 0

L’ennesimo Clasico è pronto da gustare per tutti gli appassionati del bel calcio. Dopo la conferenza di Mourinho in cui il portoghese ha difeso seccamente dalle critiche Cristiano Ronaldo, fischiato dai propri tifosi nell’ultimo match contro il Barcellona, è la volta di Pep Guardiola alla vigilia del "clasico" di Coppa del Re. Una partita che infiamma la Spagna, ma non il tecnico blaugrana, sempre bravo a tenere i toni bassi e a non cadere nelle polemiche. "Ho sempre pensato che se vai al Bernabeu per fare un match d'attesa le partite diventano eterne e alla fine una squadra come il Real il gol te lo fa sempre, l'unico modo per ottenere un buon risultato è scendere in campo per vincere, fare la partita e stare attenti alle loro ripartenze. Cercheremo di vincere sapendo che è una sfida di 180 minuti, ma se pensiamo che possiamo sistemare tutto nel match di ritorno commettiamo un errore".

Il tecnico dei catalani, dopo aver annunciato che in porta ci sarà il secondo di Valdes, Pinto, ha minimizzato sulla tradizione positiva della sua squadra nelle ultime gare giocate a Madrid. "Nel calcio e nello sport il passato non esiste, abbiamo fatto bene, ma non vuol dire nulla e non è neanche vero che non abbiamo nulla da perdere domani come ho sentito dire". Inutile parlargli di arbitri. "Il loro lavoro è sempre difficile, domani milioni di persone staranno attenti a ogni loro decisione e di sicuro chi dirigerà la partita cercherà di sbagliare il meno possibile, così come farò io e come faranno anche i miei giocatori. In quattro anni non ho mai parlato di arbitri, tante volte non so neanche chi è il direttore di gara ed è così anche oggi, non so chi arbitrerà domani".

Guardiola non vuole parlare di moduli e dribbla la domanda sulla possibilità di schierare una difesa a 3 nel "clasico" di domani. "Il problema non è schierare una linea a 3, a 4 o a 5, questi sono soltanto numeri e ogni sistema di gioco ha punti deboli e di forza, un allenatore cerca solo di trovare la formula giusta per ogni partita". E se Guardiola dice che il suo Barcellona scenderà in campo al Bernabeu per vincere, Mourinho è altrettanto ottimista. "Ogni allenatore fa le scelte che ritiene opportune per vincere e segue una sua strategia", ha tagliato corto l'ex centrocampista di Roma e Brescia.

Eurosport

Non sei ancora un utente Yahoo! ? subito per avere un account Yahoo!