Australian Open - Partita epica: Schiavone ai quarti!

dom, 23 gen 09:16:00 2011

Il match più combattuto degli ottavi di finale degli Australian Open è quello che ha visto protagonista la nostra Francesca Schiavone: la milanese supera la russa Svetlana Kutznetsova dopo 4 ore e 43 minuti e accede ai quarti. 6-4, 1-6, 16-14 i parziali dei set: ora c'è la Wozniacki!

- 0

Non è stata una partita, ma una battaglia, anzi una maratona: ma alla fine del percorso, tutta Italia può alzare le braccia al cielo perché è la nostra Francesca Schiavone a farla sua e a passare ai quarti di finale degli Australian Open per la prima volta in carriera. Contro la russa Svetlana Kuznetsova, 23a testa di serie del torneo, si registra il match più lungo della storia della tennis al femminile: dura 4 ore e 43 minuti, colpa (o merito) del fatto che negli slam non esiste il tie-break. Ne esce una partita normale nei primi due set, stupenda nel terzo interminabile parziale. 6-4, 1-6, 16-14 i parziali dei set e ora c'è l'ostacolo Caroline Wozniacki.

All’Hisense Arena, Francesca, sesta testa di serie nel torneo, parte con il giusto piglio nel primo set: la Leonessa aggredisce nel modo giusto l’avversaria costringendola a perdere un servizio, e si aggiudica la prima frazione per 6-4.

Nel secondo set, Kuznetsova cambia marcia, sbaglia pochissimo e mette alle corde la Schiavone, che invece paga cari degli errori in palleggio. La russa, senza strafare per la verità, si porta a casa il parziale per 6-1, un risultato un po’ pesante per l’azzurra, che però sembra ancora in partita.

Prima del terzo set, la Kuznetsova, Francesca si fa sorprendere ancora dalla Kutzetsova, che si porta sul 4-2, ma a quel punto esce il vero carattere della Leonessa: Francesca rimette la situazione in parità sul 4-4 e la mette sulla durata. Il match diventa una vera e propria maratona, si va oltre la terza ora, e la milanese dimostra di essere messa meglio, soprattutto fisicamente: la Schiavone annulla sei match point, tre sull’8-7 e tre sul 9-8, dimostrando grande freddezza nei punti che contano.

Si va anche oltre la quarta ora, e Kuznetsova-Schiavone diventa ufficialmente il match più lungo (e bello, aggiungiamo noi) della storia degli slam al femminile. Superato di slancio il record precedente di Zahlavova-Strycova vs Regina Kulikova (4 ore e 19 minuti) realizzato lo scorso anno proprio all'Australian Open.

Alla fine si gioca solo sui nervi e sul fisico: Francesca appena ne ha la chance, sul 15-14 e servizio, sfrutta al meglio, nonostante la russa le annulli le prime due palle match a sua disposizione. Alla terza arriva il punto della partita. Braccia al cielo, la Schiavone è ai quarti per la prima volta in carriera (si era fermata al quarto turno nel 2006 e nel 2010)! E dopo 4 ore e 43 minuti è tutta un'altra cosa...ora c'è Caroline Wozniacki, altra montagna da scalare. Francesca intanto si gode questa vittoria e il quarto posto nel ranking che diventerà realtà tra qualche giorno.

Kuznetsova / Schiavone las

Davide Bighiani / Eurosport

Non sei ancora un utente Yahoo! ? subito per avere un account Yahoo!