Serie A - Conte "Scudetto, ci credo ma non è fatta"

sab, 28 apr 10:19:00 2012

Il tecnico della Juventus mette a fuoco la sfida con il Novara e pensa a Guardiola: "Lo capisco quando dice che questo calcio ti stanca. Il Barcellona è il nostro modello". (foto AP/LaPresse)

2011-12 Serie A Juventus Antonio Conte AP/Lapresse - 0

"Non abbiamo ancora vinto niente, mancano 4 partite per coronare un sogno. Non c'è niente da celebrare". Il tecnico della Juventus Antonio Conte tiene alta la concentrazione in vista della trasferta di Novara e non vuol sentire parlare di scudetto già vinto.

"Il gruppo ha raggiunto una maturità tale da non farsi distrarre da niente e nessuno, pensiamo solo al Novara - continua - una squadra che ha sempre espresso un buon calcio, gioca la palla e cerca di fare la gara. Ha mantenuto la stessa mentalità che aveva in serie B e in Lega Pro. La visita di Platini e Boniperti? E' un motivo in più per fare bella figura e giocare bene".

L'allenatore della Juve tiene alta la tensione perché il Novara non regalerà nulla: "Domenica troveremo una squadra che giocherà a calcio e che vorrà fermarci facendo la propria gara. Affronteremo una squadra che ha grandissime motivazioni, al di là che è penultimo, fa un bel calcio e farà di tutto a metterci i bastoni tra le ruote. Se ci dobbiamo fermare, è perché devono essere bravi gli altri, non per nostre mancanze. Il turn-over? Prima di fare delle scelte, voglio parlare con i calciatori. Nel momento in cui il calciatore mi dà disponibilità e mi dice che è a posto, al di là del mio occhio, lo manderò in campo. Se mi dicono che stanno bene, non ci saranno grandissime sostituzioni".

Tornando sull'argomento scudetto: "Io ci credo, è giusto crederci. Siamo arrivati a questo punto che a inizio stagione era qualcosa di impensabile e inimmaginabile. È un motivo d'orgoglio per la società, per i calciatori, per me stesso e i tifosi. Detto questo, siamo nelle condizioni di scrivere qualcosa di storico. Sta a noi farlo, se ci riusciremo avremo fatto qualcosa di super-straordinario, se non ci riusciremo avremo posto delle basi per qualcosa di importante. Leggo di celebrazioni, ma noi non abbiamo vinto nessuno scudetto. Qui ci sono ancora quattro partite per coronare un sogno, si rischia di passare dall'essere degli eroi a... non me lo fate dire".

Il tecnico della Juventus mette a fuoco la sfida con il Novara - 2 Conte ha parlato anche dell'annunciato addio dal Barcellona di Pepe Guardiola: " Bisogna vedere se lascia solo per un anno. Capisco Guardiola, questo è un calcio che ti prende totalmente, ti asciuga. O fai solo il gestore e campi 20 anni, ma se decidi di fare l'allenatore a tutti gli effetti, lo capisco e lo comprendo nel mio piccolo. In questi anni loro sono stati un insegnamento e quando sento dire che l'insegnamento sono gli altri, mi vengono i peli alti così. Sono castronerie. Noi dobbiamo solo imparare da loro. La strada che dobbiamo seguire è quella del Barcellona. Loro sono l'esempio".

Italpress

Non sei ancora un utente Yahoo! ? subito per avere un account Yahoo!