EuroLandia
  • Benfica, tra maledizione e resistenza

    Della maledizione di Bela Guttmann avrete sentito parlare in ogni salsa, specie dopo i drammatici quindici giorni che videro il Benfica perdere tutto (Campionato, Europa League e Coppa di Portogallo) a cavallo tra l’11 e il 26 maggio 2013. Per evitare un ulteriore incremento dell’altissimo tasso di retorica presente nella rassegna stampa della vigilia, preferiamo però parlarvi di come il club che affronterà la Juventus nelle semifinali di Europa League è rimettersi in piedi e tornare a giocarsi qualcosa d’importante nel giro di nemmeno un anno.

    Prima di tutto c’è una dirigenza solida affidata

    Continua »di Benfica, tra maledizione e resistenza
  • Il derby delle secessioniste che divide Ucraina e calcio

    Dalla politica al calcio il passo è sempre brevissimo. Succede ovunque, in qualsiasi nazione, anche in Ucraina, paese moralmente ed economicamente in ginocchio. E ad un passo dalla guerra civile. Accade quindi di assistere anche a un derby tra squadre “secessioniste”, che bramano di partecipare, dalla stagione prossima, al campionato russo: ieri, infatti, allo stadio “Lokomotiv” di Simferopol, si sono affrontati i padroni di casa del Tavriya (squadra storica della Premier League ucraina, la prima a vincere lo scudetto dopo l’indipendenza dall’Urss, nel 1992) e il Sevastopol, compagine di

    Continua »di Il derby delle secessioniste che divide Ucraina e calcio
  • Barcellona, rischio 2014 da “zero tituli”

    La corsa alla Champions si è già spenta una settimana fa, al Vicente Calderon, quella per il campionato potrebbe aver subito un colpo bestiale sabato, con la sconfitta inopinata sofferta nella trasferta di Granada, un altro 1-0 che ha spedito il Barcellona a -4 dall’Atletico Madrid e favorito il controsorpasso del Real. Il Barça si trova ora a fare i conti con se stesso, alla ricerca dell’ultimo appiglio per evitare il disastro totale su tutta la linea e dividersi dal Tata Martino in maniera un po’ meno burrascosa. Perché alla fine succederà, come scritto ormai da mesi nel destino di

    Continua »di Barcellona, rischio 2014 da “zero tituli”
  • Chiedi cos’era Hillsborough, 25 anni dopo

    A pochi istanti dall’interruzione della semifinale di FA Cup tra Liverpool e Nottingham Forest un tifoso, scavalcata la recinzione, corse incontro alla stella dei reds Alan Hansen e gli disse, indicando la tribuna dietro la porta di Grobbelaar, “Alan ci sono delle persone che stanno morendo laggiù”: erano da poco passate le 3 del pomeriggio del 15 aprile 1989 e l’Inghilterra stava per piombare nell’incubo più atroce. Le partite del 34esimo turno di Premier League in programma nel week end inizieranno tutte con sette minuti di ritardo per commemorare i morti di Hillsborough: sei minuti come

    Continua »di Chiedi cos’era Hillsborough, 25 anni dopo
  • PSG come il City, la maledizione degli spendaccioni

    Volendo citare José Mourinho, potremmo dire che il PSG ricorda molto il primo Chelsea di Roman Abramovich. Un club dalle ambizioni ancor più sconfinate del budget, dominante in patria ma piuttosto sfortunato fuori dai confini nazionali. Difficile dargli torto e, per quanto il calcio ad alto livello rimanga sempre una cosa per ricchi, è quanto meno confortante osservare che non sempre riversare una valanga di soldi in una squadra di calcio comporta immediato successo in Europa. Se non è una maledizione, poco ci manca.

    Da quando la Qatar Investment Authority ha acquisito il PSG nel 2011, sono

    Continua »di PSG come il City, la maledizione degli spendaccioni
  • L’assurdo caso della 14enne bandita dal calcio

    Carmen Olmos (SWNS)

    Il caso è letteralmente esploso sui media inglesi e spagnoli; è l’ennesima testimonianza di quanto, alle volte, la burocrazia sappia essere crudele ed estranea a qualunque barlume di buon senso. Il motivo di tale indignazione? Presto spiegato, a una ragazzina di quattordici anni con una sconfinata passione per il gioco del calcio (nonché un acclarato talento), Carmen Olmos è il suo nome, è stato impedito di praticare il suo sport preferito. Non potrà disputare partite e non potrà nemmeno allenarsi con una squadra dello Yorkshire, in Inghilterra, il Wortley FC; le sarà possibile unicamente

    Continua »di L’assurdo caso della 14enne bandita dal calcio
  • Atletico Madrid, quando il fatturato è un optional

    "Benitez e Conte, lasciate perdere i fatturati e pensate ad allenare. Abbiamo la fortuna di essere allenatore e non commercialisti: lasciate questo lavoro ai presidenti": come non accordarsi alle parole pronunciate da Carletto Ancelotti, a seguito delle lamentele post Napoli-Juve che tanto hanno fatto parlare?

    La manfrina dei fatturati, dati alla mano, può avere un fondo di verità ma non è certo una certezza: basti pensare alla squadra che figura all'ultimo posto della lista delle 20 squadre che producono di più in Europa, ovvero l'Atletico Madrid del Cholo Simeone. Secondo l'ultimo conteggio

    Continua »di Atletico Madrid, quando il fatturato è un optional
  • A 32 anni da Platini il Saint-Etienne torna a sognare

    Giornata cruciale in Ligue 1. Se il Psg è lanciatissimo verso il quarto titolo della storia (con relativo record di punti nel campionato francese) e il Monaco ha già accumulato 9 punti sulla terza in classifica, è ancora serratissima la lotta per il terzo posto che darà la chance ad una tra Lille e Saint-Étienne di giocare i preliminari di Champions League per la prossima stagione.

    Se il Lille avrà una sfida tutto sommato facile contro il Guingamp, il Saint-Étienne si giocherà parte della stagione nel derby del Rodano, n° 108, contro il Lione. Un appuntamento con la storia per la squadra di

    Continua »di A 32 anni da Platini il Saint-Etienne torna a sognare
  • E se fosse tutta colpa di Ferguson?

    Sprofondo rosso. La stagione più deludente del Manchester United ha scatenato un caos capace di mettere in discussione tutto, anche le leggende come Sir Alex Ferguson. Se la rabbia nei confronti di David Moyes è figlia dei risultati e dei numeri sconcertanti di questa stagione, è una novità, esplosa dopo la batosta subita nel derby, il risentimento nei confronti del manager che ha fatto la storia della società. Il motivo? Inevitabilmente la colpevole scelta del successore ritenuto inadeguato. E’ stato emblematico in questo senso il momento di tensione vissuto sugli spalti dell’Old Trafford:

    Continua »di E se fosse tutta colpa di Ferguson?
  • Da un Clasico all’altro, si è ribaltato il mondo

    Il 26 ottobre scorso, la luna di miele tra Carlo Ancelotti e il Real Madrid era finita ufficialmente. A mandare i titoli di coda era il Clasico del Camp Nou, una sconfitta tanto nella sostanza quanto nella forma. Perché il Barcellona così manteneva il primo posto della classifica facendo scivolare i Merengues al terzo con sei punti di ritardo (28 su 22). Ma soprattutto, era Carletto a finire nel banco degli imputati per una formazione scellerata che, tra le cose, prevedeva Sergio Ramos davanti alla difesa. Sembrerebbe passata un’eternità, invece si tratta soltanto della decima giornata della

    Continua »di Da un Clasico all’altro, si è ribaltato il mondo

Impaginazione

(351 articoli)

Eurolandia

EuroLandia è il tuo blog di riferimento per il calcio internazionale: qui puoi discutere insieme ai nostri esperti riguardo alle ultime notizie che arrivano dai maggiori campionati europei e non solo. I verdetti di Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue 1… Le prodezze di Messi, Cristiano Ronaldo, Rooney, Balotelli, Bale e Robben... Le emozioni del calcio non hanno confini e questo è il posto giusto per poterle vivere insieme, con un occhio attento e, perché no?, anche un pizzico d’ironia.