EuroLandia

Villa e Sanchez son tornati, Barça macchina perfetta

Il 2013 calcistico è iniziato prepotentemente nel segno del Barcellona. La corazzata blaugrana ha iniziato la nuova stagione a mille all’ora strapazzando l’Espanyol in campionato 4-0, annichilendo il Cordoba 5-0 in Coppa del Re e festeggiando il quarto Pallone d’oro di Leo Messi. Una settimana da Dio, verrebbe da dire, per una formazione che è più famelica che mai e dà sempre più l’impressione di essere una squadra imbattibile incapace di sbagliare, incapace di snobbare un appuntamento e che affronta ogni incontro con due obiettivi chiari in testa: vincere e dare spettacolo. L’ennesima testimonianza di questo concetto la si è avuta ieri con il Cordoba dove la squadra di Tito Vilanova (che domenica dovrebbe tornare in panchina ma potrebbe saltare le prossime sei settimane per svolgere delle cure a New York) pur senza cinque titolarissimi come Piqué, Messi, Busquets, Jordi Alba e Victor Valdes ha offerto una prestazione magistrale segnando tre gol in meno di mezzora ed offrendo il solito clinic fatto di Tiki-Taka, occasioni da gol e ritmi vertiginosi.

I PROTAGONISTI RITROVATI - Una partita che ha riproposto alla ribalta due attaccanti un po’ rimasti ai margini negli ultimi tempi: Alexis Sanchez e David Villa. Il cileno, che non segnava dal 2 ottobre scorso e al Camp Nou non marcava dall’Aprile scorso, ha finalmente ritrovato il feeling con la rete che per un attaccante è sempre sinonimo di fiducia soprattutto se ti porti sempre addosso l’etichetta di calciatore strapagato che finora ha reso di quanto la gente comune si aspettasse. ‘El Guache’ invece ha mostrato una volta di più di essere completamente ristabilito dall’infortunio e di poter essere un cannoniere implacabile. Le statistiche del 31enne attaccante ex Valencia in questa stagione sono davvero straordinarie: 10 gol realizzati fra campionato e Coppa del Re in 1047’ di utilizzo (una rete ogni 104 minuti) e soprattutto una rete ogni qualvolta ha giocato da titolare (11 presenze da titolare, 10 marcature). Numeri di eccellenza assoluta che da soli sono bastati a spegnere sul nascere tutti i rumors su una sua eventuale cessione a gennaio all’estero. Solo un folle, infatti, potrebbe pensare che un attaccante così forte non possa essere utile ad una squadra che punta a vincere tutto da qui a giugno.

TRITTICO COL MALAGA – Pessime notizie dunque per il Milan che fra un mese esatto affronterà i blaugrana in Champions League negli ottavi di finale, prima di questa data però il Barça dovrà vedersela per tre volte in due settimane contro il Malaga: formazione che i rossoneri conoscono bene per aver affrontato in Champions League rimediando una sconfitta e un pareggio. Messi e compagni affronteranno la squadra di Pellegrini domenica in campionato poi successivamente nell’andata e nel ritorno di Coppa del Re (in programma il 16 e 23 gennaio). Un triplice test per vedere se i blaugrana hanno dei punti deboli oppure sono semplicemente una macchina perfetta programmata per distruggere ed umiliare gli avversari che gli si parano davanti.

di Stefano DOLCI (twitter @stefano_dolci)

***

“EuroLandia” è il blog di Yahoo! Eurosport dedicato al calcio internazionale: appuntamento online ogni settimana nel pomeriggio di Lunedì, Mercoledì e Venerdì

FOTO: Liga spagnola, le immagini più belle

FOTO: Premier League, le immagini più belle

FOTO: Bundesliga, le immagini più belle

FOTO: Ligue 1, le immagini più belle