EuroScout

Milan, occhio a Praet: l’enfant prodige dell’Anderlecht

A diciotto anni ha già conquistato i gradi di titolare nell'Anderlecht di mister Van den Brom, prossimo avversario del Milan in Champions League. Parliamo di Dennis Praet, il nuovo — fulgido — talento del calcio belga. In quel Milan-Anderlecht del girone d'andata di Champions League il giovane centrocampista disputò solo uno scampolo di partita, ma tanto bastò per far intuire le sue qualità sopraffine.

Si tratta di un centrocampista versatile, dotato di un'ottima visione di gioco e di un piedino destro niente male. Può agire da regista davanti alla difesa, alla Biglia, tanto per restare allo scacchiere bianco-malva, ma sembra più a suo agio a ridosso delle punte, dove Van den Brom lo sta impiegando con continuità: proprio in questa posizione avanzata — a fianco di Mbokani — dovrebbe agire domani sera al Constant Van Den Stock Stadion contro i rossoneri. Dopo un avvio di stagione in sordina Praet ha scalzato la concorrenza diventando un punto fermo dell'Anderlecht ammazza-Jupiler Pro League. Insieme a prestazioni convincenti sono arrivati anche due gol d'autore, nelle goleade dei bianco-malva contro Gent e Brugges. Strepitoso il gol del parziale 2-0 contro il Gent: finta di classe a far sedere il portiere avversario e comodo appoggio a porta sguarnita. Lucas Biglia è la sua chioccia, ma si può affermare senza pudori che l'allievo ha già messo la freccia per superare il maestro.

Nato a Leuven, il nuovo wonder kid belga è cresciuto calcisticamente nel centro di formazione giovanile del KRC Genk, prima di venir notato dagli osservatori dell'Anderlecht e di venir strappato alla concorrenza di Arsenal, Barcellona e Lille con un autentico prodigio di mercato. Sì, perché Arsene Wenger aveva già testato le qualità del ragazzo, rimanendone piacevolmente impressionato; poi i dirigenti dei gunners hanno tergiversato, venendo così bruciati dal club del sobborgo della capitale belga. Deus ex Machina dell'operazione il Direttore Tecnico dei Mauves Jean Kinderman.

Scontata la trafila in tutte le nazionali giovanili del Belgio per questo imberbe talento, culminata con l'esordio di Dennis nella rappresentativa Under 21 del suo Paese. Le recenti prestazioni hanno fatto lievitare il costo del suo cartellino — oscillante attorno ai due milioni e mezzo di euro — e attratto l'interesse della Premier League (Brendan Rodgers farebbe carte false per portarlo a Liverpool) e della Serie A (in lui l'Inter avrebbe individuato il nuovo Sneijder).

Di Paolo PEGORARO

"EuroScout" è il blog di Yahoo! Eurosport dedicato ai giovani talenti: appuntamento online ogni settimana nel pomeriggio di Martedì e Giovedì

VIDEO: Calcio, highlights e interviste

Calciomercato: tutte le ultime news

Quote e curiosità dal mondo delle scommesse