Il quotista mascherato
  • E se scommettessimo su un Pallone d’Oro italiano?

    Mi voglio attirare le antipatie della gente e vi confesserò una cosa. Mi sono rotto le scatole di Leo Messi, non perché mi sia antipatico e nemmeno perché non credo che sia un campione. È proprio una questione di carattere (il mio, s'intende), sono fatto così e non posso farci nulla. Mi piace cambiare e non mi piace vedere sempre le stesse facce.

    E se parliamo di Pallone d'Oro, allora capirete perché Leo Messi mi ha stufato: sono tre anni che vince sempre lui e anche questa volta mi sa che mi toccherà sorbirmi il suo faccino d'angelo nella premiazione della Fifa. Tant'è che anche le quote lo

    Continua »di E se scommettessimo su un Pallone d’Oro italiano?
  • Io ho ancora fiducia in Allegri

    Salviamo il soldato Allegri. Il tecnico del Milan è appeso a un filo, anche nelle quote. Con il Malaga è arrivata l'ennesima sconfitta stagionale e ancora una volta i rossoneri non hanno certo brillato per gioco e carattere. Tanto che alla fine della gara Manuel Pellegrini si è sentito di annunciare che i biancoazzurri vinceranno senza problemi anche a Milano, nella gara di ritorno.

    Prima però, c'è di mezzo la partita con il Genoa. Che a questo punto appare più che mai decisiva per il futuro del tecnico rossonero: il suo destino corre su un sottilissimo filo fatto di partite e quote.

    Continua »di Io ho ancora fiducia in Allegri
  • Quagliarella e la scaramanzia napoletana

    Questa settimana voglio fare un esperimento. Per vedere se vale la regola che lodarsi porta un male della miseria, così come porta sfiga anche lodare qualcun altro. E lo faremo, ovviamente, attraverso le parole e le quote di due dei protagonisti del week end. Partiamo dal clou di questo fine settimana, Juve-Napoli con l'osservato speciale Fabio Quagliarella. Ex di lusso che da quando ha mollato gli azzurri per i bianconeri non è proprio in rapporti idilliaci con la sua ex squadra.

    Per la «gioia» dei tifosi napoletani, nelle dichiarazioni prima della gara Quagliarella si è lanciato in un

    Continua »di Quagliarella e la scaramanzia napoletana
  • Alla ricerca del controbiscotto

    Lo vogliamo finalmente mandare giù quell'amarissimo biscotto ingoiato a Euro 2004? L'occasione arriva questa sera, per Italia-Danimarca, partita del girone B delle qualificazioni ai Mondiali del 2014.

    Un piccolo "refresh" per chi ha la memoria corta. Nel 2004 la Danimarca ci fece fuori dagli Europei pareggiando "casualmente" per 2-2 con la Svezia nell'ultimo turno del girone. Adesso ce la ritroviamo di fronte con lo stesso tecnico di allora, che ieri in conferenza stampa ha rigirato il coltello nella piaga.

    «La partita con la Svezia fu assolutamente regolare, non ci fu nessun biscotto».

    Continua »di Alla ricerca del controbiscotto
  • Livorno-Spezia, truccata oppure no?

    Il "pronosticatore più grande della galassia" questa volta l'ha fatta davvero grossa. Parliamo ovviamente di quel misterioso giocatore francese (Le Pronostiqueur Pro) che lunedì pomeriggio ha sparato la sua personalissima bomba. «Giocate il "2" su Livorno-Spezia, la partita è truccata, c'è di mezzo la mafia», aveva postato sulla sua pagina di Facebook. Come avviene spesso in questi casi, la "notizia" ci ha messo pochissimo a fare il giro della rete. Soprattutto dopo che lo Spezia ha davvero sbancato Livorno (5-1) contro il pronostico che lo dava a 3,50.

    Si è subito gridato alla combine,

    Continua »di Livorno-Spezia, truccata oppure no?
  • Crisi Milan, in quota c’è poco da stare Allegri

    Galliani potrà anche parlare dell'inadeguatezza dell'arbitro e Allegri di penalizzazioni ingiuste. Ma la verità è che a noi quotisti il derby del Milan non è proprio piaciuto. Undici uomini contro dieci - nemmeno così particolarmente ispirati - e nonostante questo neanche un gol.

    Potremmo parlare del rimescolio di carte troppo frequente in casa rossonera (la nona coppia di centrali in nove partite, De Sciglio a sinistra, Bonera a destra), della manovra lenta, di Boateng che senza Ibra a favorirne gli inserimenti non è più quello di una volta. Potremmo parlare di tante cose, ma la sostanza è

    Continua »di Crisi Milan, in quota c’è poco da stare Allegri
  • Scommettete sul canto del cigno di Schumi?

    Quotisti e bookmaker, oltremanica, lo avevano già fatto fuori da un pezzo. Anche quando dalla McLaren e dalla Mercedes smentivano che alla fine Hamilton sarebbe passato alla casa tedesca. Il buon vecchio Michael Schumacher, in sostanza, era stato "cancellato" dalla Formula 1 con larghissimo anticipo. Tant'è che in Uk si giocava già sul primo successo di Lewis alla guida della Mercedes, ancor prima che l'inglese firmasse il contratto milionario.

    Adesso è arrivata l'ufficialità del trasferimento di Hamilton e a Michael Schumacher non è rimasta che un'unica soluzione: Schumi, parole sue, non si

    Continua »di Scommettete sul canto del cigno di Schumi?
  • Cos’hanno in comune Totti, Pedrosa, Vucinic e Mazzarri?

    Francesco Totti, Dani Pedrosa, Mirko Vucinic e Walter Mazzarri: cos'hanno in comune questi quattro? Apparentemente nulla, se si esclude l'esperienza comune di Totti e Vucinic alla Roma. A guardare meglio, però, si scopre che l'anagrafica dà una mano a tracciare una linea comune in questo quartetto. Sono tutti più o meno nati negli scorsi giorni, a cavallo tra il 27 settembre (compleanno di Totti) e il primo ottobre (data in cui festeggiano Mazzarri e Vucinic), con Pedrosa "messo in mezzo", visto che è nato il 29 settembre, come Andriy Shevchenko e Silvio Berlusconi. A questo punto, chi è di

    Continua »di Cos’hanno in comune Totti, Pedrosa, Vucinic e Mazzarri?
  • Ci sarà chi maledirà Klose: ma non sono d’accordo

    Non fa mai piacere perdere una scommessa. Ma a volte strappare il tagliando della giocata può essere meno doloroso del solito. Mi riferisco a tutti quelli che ieri sera, per la partita Napoli-Lazio, avevano giocato un esito andato in fumo per il gesto di Klose. Il buon vecchio Miro, infatti, forse ispirato dal San Paolo, con un guizzo alla Maradona l'ha buttata dentro con un mano raccogliendo un cross da calcio d'angolo. Arbitri e guardalinee non l'hanno visto, ma i giocatori del Napoli sì. E così, belli imbufaliti hanno cominciato a protestare.

    Circondato dagli azzurri, Klose si è fatto un

    Continua »di Ci sarà chi maledirà Klose: ma non sono d’accordo
  • Milan da scudetto o Milan da retrocessione?

    Stamattina apro il giornale e leggo una notizia che mi sorprende un po'.

    Pare che la retrocessione del Milan, secondo i bookmaker esteri, sia bancata a 22 volte la scommessa. Rimango di stucco, perché è vero sì che i rossoneri non stanno andando alla grande, ma è vero pure che la quota scudetto milanista è più o meno allo stesso livello, intorno a 20,00. E allora, mi dico, c'è qualcosa che non mi torna. Teoricamente, tra i due eventi, dovrebbe esserci un divario ben più ampio, perché va bene che probabilmente le chance scudetto del Milan sono belle che andate, ma è pure vero che per andare in

    Continua »di Milan da scudetto o Milan da retrocessione?

Impaginazione

(101 articoli)

Il quotista mascherato

Sono un quotista: vivo in un angolo un po" più nascosto della sala, che da noi viene definita "l'acquario" per via delle sue pareti trasparenti, nella quale noi, dalla mattina alla sera, lavoriamo sodo tra Internet e monitor collegati per far combaciare semplici formule matematiche, statistiche e passione per lo sport. Dietro a una quota c’è tutto questo e anche qualcosa in più. Gli aneddoti sono tanti, le curiosità pure, la mia passione per la scrittura è enorme. Di qui il mio blog che non ha un nome e un cognome ma un avatar. Voglio darvi una mano a capirne di più, o se preferite a sfogarvi. E se proprio dovete per forza darmi un nome, chiamatemi Insider.