Il quotista mascherato
  • Prima giornata: una ‘gioia’ per il quotista

    Ahh, la bellezza della prima giornata di campionato. Soprattutto quando succede (e succede spesso) che le grandi squadre inizino la loro stagione contro la piccola di turno. Una festa, per noi quotisti. Perché? Beh, non è difficile arrivarci: l'entusiasmo per l'anno calcistico che inizia spinge 'a bomba' le scommesse su tutte le big. Partenze sulla carta in discesa e via alla valanga di giocate sulle favorite.

    Il che, devo ammetterlo, inizialmente crea un po' di preoccupazione negli uffici quote: volume di gioco alto, alta possibilità che il banco perda. Eppure, ogni anno, capita sempre

    Continua »di Prima giornata: una ‘gioia’ per il quotista
  • Van Persie, le quote e la ‘farsa’ del calciomercato

    Un colpo di scena organizzato in modo magistrale. Van Persie va al Manchester United, finisce la grande telenovela dell'estate. Anzi, il film dell'estate, vista la massiccia partecipazione di attori, 'sceneggiatori', 'registi', visto il grande risalto mediatico e il livello di attenzione del pubblico. Si sapeva già tutto da mesi: il ragazzo è in scadenza, non si sa se vuole restare, qualche dubbio di troppo, qualche 'mal di pancia' (che belli i cliché del giornalismo sportivo), eccetera eccetera. Inizia lo show, primi titoli sui giornali e all'estero le prime quote dei bookmaker sul suo

    Continua »di Van Persie, le quote e la ‘farsa’ del calciomercato
  • Juve e Napoli spaccano anche le scommesse

    Diciamo che se questo è l'inizio, ne vedremo delle belle. Tra sviste arbitrali, proteste infinite e fiumi di inchiostro versati, la Supercoppa ha acceso subito gli animi dei tifosi e pure quelli degli scommettitori.

     Per non parlare quelli di noi quotisti: a due settimane dalla partenza del campionato, il primo bilancio dei flussi di gioco disegna uno scenario parecchio movimentato. Cominciamo con Juve e Napoli, le prime "combattenti" di questo inizio stagione: il finale parecchio confuso della sfida di Pechino è lo specchio di quello che accade nella scommessa su chi vincerà lo scudetto. Per

    Continua »di Juve e Napoli spaccano anche le scommesse
  • Bisognava giocare Bolt un mese fa: ora è tardi

    Poi non dite che non ve l'avevo detto. In tempi non sospetti, più di un mese fa, quando tutti davanno Usain Bolt per spacciato e già detronizzato da Yohan Blake nei trials giamaicani io ve l'avevo detto: "Se volete giocare sul recordman, fatelo adesso".

    Perché comunque non si diventa brocchi da un giorno all'altro, ma sopratutto perché allora - era il 3 luglio - le quote su Bolt erano le più vantaggiose che si potessero trovare. Dopo il ko ai trials e con Blake che sembrava un treno, Usain era sì ancora favorito ma tutto sommato l'investimento valeva ampiamente la giocata. Bolt vincente nei

    Continua »di Bisognava giocare Bolt un mese fa: ora è tardi
  • Quanto cambia vincere un oro o un argento

    Hai voglia a dire che anche l'argento o il bronzo sono dei grandi risultati. Perché la logica dello sportivo è una, quella dello scommettitore è un'altra. E se ti sei giocato l'oro di un'atleta nella finale olimpica, con il prestigio di una medaglia da mettere tra i denti ci fai ben poco. Per il tuo portafoglio l'argento, il bronzo o l'ultimo posto sono pari a zero. E capita così che metti sullo stesso piano sia chi ha centrato un grande risultato che chi invece ha fatto flop totale.

    Volete che faccia qualche nome? Eccoli qui. Il primo è quello di Niccolò Campriani, argento nella carabina da

    Continua »di Quanto cambia vincere un oro o un argento
  • Anche il mio amico ha perso con la Spagna

    «Porca Miseria, ho bruciato 50 euro!». Ancora una volta, ieri, mi è capitato di fare la "paternale" a un amico che, scommettendo, ha fatto l'errore di puntare tutto su una squadra estremamente favorita. Per la precisione si era giocato la Spagna vincente contro l'Honduras nel torneo olimpico, seguendo la scia di quanti (e sono stati parecchi, fidatevi di me) credevano che, con una quota così "ridicola" (1,15), puntare sulle Furie Rosse era come mettere i soldi in banca.

    Alla fine la Spagna è andata ko e con lei sono andate in fumo le puntate di chi aveva giocato sul successo contro gli

    Continua »di Anche il mio amico ha perso con la Spagna
  • Cambieranno le quote della Juventus?

    E adesso sono tutti lì a chiedersi, che succede alla Juventus, ora che che Conte rischia la squalifica per omessa denuncia? La domanda, me la sono fatta anche io, ma sotto un altro punto di vista.

    Sono andato più nello specifico e mi sono chiesto: che succede alla quota della Juventus, che da quando abbiamo aperto il gioco sul prossimo scudetto, è sempre stata quella più bassa, visto che i bianconeri sono i favoriti?

    Per fortuna, ho studiato le carte e sono riuscito a darmi una risposta da solo. Per il momento, alla quota della Juve, non succede assolutamente nulla. Favorita era all'inizio

    Continua »di Cambieranno le quote della Juventus?
  • Cercate gli outsider? Ecco su chi puntare

    Ma volete mettere il gusto di vincere contro pronostico? Di sventolare il biglietto "magico" sotto il naso degli amici e poi umiliarli con un sonoro «io ve l'avevo detto che quello lì, nonostante fosse favorito avrebbe fatto cilecca».

    Bene, se proprio amate le sfide, allora non vi resta che andare in agenzia, o aprire il vostro conto online e poi puntare "contro", alla faccia di chi, per esempio, ha scelto senza riserve il team olimpico di basket Usa nelle scommesse su Londra 2012.

    Difficile non dare credito a LeBron James e Kobe Bryant (del resto la quota parla chiaro a 1,10) e in tanti,

    Continua »di Cercate gli outsider? Ecco su chi puntare
  • I miei consigli per l’Europa League

    Xazar, Naftan, Milsam, Aktobe, Renova, Differdange, Siroki, Ordabay. No, non è una lunga lista di medicinali da prendere in farmacia ma semplicemente una mini-panoramica del menù scommesse del giovedì pomeriggio.

    Si giocano i preliminari di Europa League e se per voi scommettere su queste squadre è un'operazione facile facile (guardate un po' le quote, è il festival dell'Over e del Goal facili visto il tasso tecnico non elevatissimo), per me il lavoro è doppiamente difficile. Innanzitutto per una questione di quantità. Alla faccia di chi pensa che di questi periodi il calcio sia bello e

    Continua »di I miei consigli per l’Europa League
  • Finalmente quote pazze anche in Italia

    Finalmente, presto potrò lavorare di fantasia. Non che la parte statistica e numerica del mio lavoro non mi piaccia, ma non vedo l'ora di sbizzarrirmi con le quote "all'inglese", che tra qualche mese potranno essere elaborate anche in Italia. Dopo tre mesi di "stand still" in Commissione Europea, il decreto dei Monopoli di Stato (che gestiscono il mercato delle scommesse in Italia) sulle "novelty bets" è tornato indietro senza osservazioni. Il che vuol dire che tra qualche mese anche noi bookmaker italiani potremo proporre le quote più "pazze", proprio come i nostri colleghi inglesi.

    Le bizze

    Continua »di Finalmente quote pazze anche in Italia

Impaginazione

(101 articoli)

Il quotista mascherato

Sono un quotista: vivo in un angolo un po" più nascosto della sala, che da noi viene definita "l'acquario" per via delle sue pareti trasparenti, nella quale noi, dalla mattina alla sera, lavoriamo sodo tra Internet e monitor collegati per far combaciare semplici formule matematiche, statistiche e passione per lo sport. Dietro a una quota c’è tutto questo e anche qualcosa in più. Gli aneddoti sono tanti, le curiosità pure, la mia passione per la scrittura è enorme. Di qui il mio blog che non ha un nome e un cognome ma un avatar. Voglio darvi una mano a capirne di più, o se preferite a sfogarvi. E se proprio dovete per forza darmi un nome, chiamatemi Insider.