Il quotista mascherato

Bolt: più calciatore che uomo-lampo

Il personaggio, come al solito, è decisamente sopra le righe. Sia quando scende in pista che quando nelle pubbliche occasioni si lascia andare a proclami e dichiarazioni che, se li facesse qualcun altro, ci sarebbe da prenderlo a pesci in faccia. Se a spararla grossa, però, è Usain Bolt, allora un minimo di credito bisogna darglielo.

«Ormai ho vinto tutto, vorrei dedicarmi a migliorare i miei record: per esempio - ha dichiarato spavaldo Bolt durante una cerimonia organizzata dalla Federatletica giamaicana - mi sto allenando per scendere sotto i 19" sulla distanza dei 200 metri».

Qualcuno in sala magari sarà svenuto, qualcun altro si sarà esaltato pensando comunque alla sparata di Bolt come a un'impresa da fantascienza. Qualcun altro invece (i bookie inglesi, e chi se no?) ha preso sul serio le parole di Usain e le ha subito tramutate in qualcosa di più concreto. E così le frasi del giamaicano sono diventate subito scommessa. E, per giunta, la quota - paragonata alla difficoltà dell'impresa - non è nemmeno così impossibile.

Che Usain Bolt corra i 200 metri sotto i 19" nelle Olimpiadi di Rio è una giocata piazzata a 4,00: difficile sì (poco più alta della vittoria del Chievo a Bologna nel prossimo turno di Serie A, che vale 3,60) ma non ai limiti della follia.

E se per caso a Usain dovesse andare male con l'Atletica, i bookmaker sono pronti a realizzare anche un altro suo desiderio: diventare un calciatore e giocare con la nazionale giamaicana di calcio. I bookmaker mettono in lavagna pure quello e una presenza con i "Reggae Boyz" entro il 2014 si gioca a 3,50, addirittura più probabile di altri record del mondo.