Il quotista mascherato

Scommettiamo che D’Antoni ai Lakers…

Fossi in voi, mi giocherei i Lakers. Parlo ovviamente delle scommesse su chi vincerà l'Nba. I gialloviola ci hanno messo pochissimo a dimenticare la crisi della gestione di Mike Brown. Quattro sconfitte in cinque partite, un avvio tremendo che ha portato all'esonero del coach.

Rimpiazzato per il momento dal suo ex vice Bernie Bickerstaff che sta tenendo in caldo la panchina a Mike D'Antoni. L'ex allenatore dei New York Knicks arriverà tra una o massimo due settimane a Los Angeles (i postumi di un'operazione al ginocchio non gli consentono ancora di salire su un aereo) ma la sua "aura" ha già portato bene ai Lakers che dopo la cacciata di Brown hanno vinto due partite di fila e adesso si preparano ad accogliere il nuovo coach. Lo Staples Center invocava a gran voce il ritorno del Maestro Zen Phil Jackson, che pare abbia sparato grosso sulla richiesta d'ingaggio. Ed è quindi arrivata la scelta di Mike D'Antoni, che non avrà i numeri di Jackson (negli ultimi 4 anni per lui un bilancio di 167 sconfitte in 288 partite Nba) ma che può contare sull'appoggio di due senatori dello spogliatoio gialloviola.

Steve Nash (che con D'Antoni ai Phoenix Suns fu mvp per due stagioni di fila) e Kobe Bryant (che da bambino tifava per lui in Italia), anima pulsante di questi Lakers. Entrambi hanno dato il placet alla scelta di D'Antoni, con il quale ci saranno le basi per rimontare sugli Heat nelle corsa all'anello. Una scommesse che conviene giocare adesso che i Lakers sono intorno a 4,50 e gli Heat a 2,80. Nel frattempo, in attesa che D'Antoni arrivi a Los Angeles, si può puntare ancora sulla sua aura e giocare l'«1» dei Lakers (con handicap di 0,5 punti) contro San Antonio nella gara di stanotte. Una scommessa da 1,85.

Buone scommesse a tutti