Top & Flop

Le 10 rovesciate più belle della storia

La magia di Zlatan Ibrahimovic nel 4-2 che la Svezia ha rifilato all'Inghilterra entra di diritto nella storia del calcio.

Un gesto atletico mostruoso, un mix perfetto tra tecnica, potenza, coordinazione e astuzia. Una rete da leggenda. Probabilmente la più bella tra quelle etichettabili nella sezione "biciclette".

Già, perché la rovesciata volante non può essere descritta come una rete normale. No. La "bicicletta", infatti, è un insieme di gesti che riassume in una frazione di secondi l'essenza del gioco del calcio. Per questo motivo vanno tenuti presenti molti fattori: la distanza in primis, passando poi per la libertà di movimento, la velocità con cui si muove il pallone, la traiettoria e infine ovviamente il gesto tecnico assoluto a livello di spettacolo estetico.

Noi abbiamo stilato la nostra classifica, tenendo conto proprio di tutti questi aspetti: sotto, come sempre, avete lo spazio per esprimere le vostre preferenze.

***

10 - Pasquale Luiso (Piacenza-Milan 1996)

9 - Rivaldo (Barcellona-Valencia 2001)

8 - Ronaldinho (Barcellona-Villarreal 2006)

7 - Gianluca Vialli (Juventus-Cremonese 1995)

6 — Trevor Sinclair (QPR-Barnsley 1997)

5 — Marco van Basten (Ajax-Den Bosch 1986)

4 — Mauro Bressan (Fiorentina-Barcellona 1999-2000)

3 — Youry Djorkaeff (Inter-Roma 1997)

2 — Wayne Rooney (Manchester United-Manchester City 2011)

1 — Zlatan Ibrahimovic (Inghilterra-Svezia 2012)

***

Qual è la vostra preferita? Qui sotto avete spazio e modo per votare la "bicicletta" più bella, spettacolare ed emozionante di tutta la storia.