Armstrong rincuora i tifosi: "Non piangete per me"

Il campione texano ha partecipato a una gara di mountain bika: secondo alle spalle di un 16enne. "Ai tifosi dico, non piangete per me..."

Nonostante la probabile radiazione per doping dal ciclismo professionistico con la revoca dei sette Tour vinti, Lance Armstrong non ha perso il gusto della competizione.

Il campione statunitense ha preso parte ad Aspen (Colorado) ad una gara amatoriale di mountain bike, la "Power of Four". Una manifestazione che non è sotto la 'giurisdizione' dell'Usada, ha fatto sapere il portavoce del texano, Mark Higgins.

Il 40enne statunitense, vestito con i colori nero e giallo della Livestrong, la sua fondazione contro il cancro, è stato battuto di quasi 5 minuti dal 16enne Swirbul Keegan. "Ho preso calci in culo da un ragazzo abbastanza giovane per essere mio figlio! Ricordate questo nome!", ha scritto Armstrong su Twitter.

"Nessuno deve piangere per me, me la caverò benissimo. Sono in pace con me stesso - ha dichiarato Lance affiancato moglie Anna Hansen - Più ora che nell'ultimo decennio. Credo che la gente capisca che abbiamo un mucchio di cose da fare in futuro, mi concentrerò sulla mia fondazione per la lotta contro il cancro e penso che le persone l'appoggino".