Atletica: Bolt, sogno record dei 9.40 e credo che ce la faro'

Roma, 7 nov. - (Adnkronos) - "Sogno di correre cosi' forte da realizzare un record imbattibile per tutte le generazioni a venire, diciamo 9.40. E' un tempo che credo di poter centrare. E nel caso, sono certo rimarrebbe imbattuto per un bel po' di annetti. Ci sono comunque dei limiti alla velocita' umana. Penso sia davvero impossibile correre sotto la soglia dei 9.20. Non e' una questione di allenamento, e' una faccenda strutturale". Usain Bolt, l'uomo piu' veloce del mondo, e' protagonista del novembre di 'Max' da domani in edicola, su ipad e online su max.gazzetta.it. "Rivali? Certo che ce ne sono. Persino nella mia squadra c'e' gente in grado di battermi prima o poi. Yohan Blake ha la stoffa per correre alla grande". Innamorato della Playstation, spesso incollato allo schermo per Call of duty, Gta, Fifa football, Bolt non manca di ribadire la sua passione per il calcio: "...quando sono a Kingston non c'e' domenica che non mi fiondi sul campo per il partitone di rito con gli amici. Non usano di certo guanti bianchi, tutt'altro: entrano duro, perche' sanno che io sono quello da battere e che non ho paura di farmi male. Vero e' che non credo esista ancora un difensore abbastanza lesto da fermarmi...". Ammette che "ci rimarrei parecchio male se i giornalisti calcistici scrivessero soltanto che sono veloce...vorrei che sottolineassero la mia classe, il tocco. Quello si' sarebbe appagante". Altro sport, altro campione? "Kevin Garnett, l'ala dei Boston Celtics. E' un leader nato, con un cuore indomabile e un'inesauribile forza di volonta'. Lo considero il piu' grande uomo squadra dello sport mondiale".