Blatter difende Farina “Caso drammatico”

Il presidente della Fifa torna a parlare delle combine nel mondo del calcio, definendole “il male peggiore”e chiedendo protezione “per i giocatori che denunciano l’illecito”. Il caso di Farina, rimasto senza squadra dopo aver parlato, è portato ad esempio

Era stato portato come esempio da tutti e nominato ambasciatore Fifa ma dopo la fine del contratto col Gubbio è rimasto senza squadra. 

Il caso di Simone Farina, che denunciò la combine del match di Coppa Italia tra Gubbio e Cesena, arriva anche a Zurigo. Nel corso della conferenza stampa al termine dell'Esecutivo, Joseph Blatter non può non nascondere tutta la sua amarezza. "La sua vicenda è qualcosa di assolutamente incredibile, qualcosa che non dovrebbe accadere - le sue parole -. Dobbiamo proteggere i giocatori che denunciano le tentate combine e i giocatori devono anche essere protetti dai loro club, dalle loro Leghe, dalle loro Federazione. Alla Fifa non possiamo fare da ombrello su tutti i calciatori, non è possibile".

"Il peggior male del calcio  - continua Blatter - sono proprio le gare truccate. I giocatori rappresentano l'anello più fragile della catena. Bisogna proteggerli, incoraggiarli a denunciare qualsiasi tentativo di illecito. Deve finire l'epoca dell'omertà nella quale il giocatore che denuncia diventa un delatore o un traditore”

La situazione di Farina, per certi versi, non sorprende Blatter ("abbiamo saputo di altri giocatori che, dopo aver portato alla luce certe attività, non sono più accettati"), che ricorda come certi calciatori siano vulnerabili, "non sono felici dove sono, non vengono pagati, ma vanno protetti, è fondamentale".