Calcio: la prossima giornata di A dedicata a lotta contro la pedofilia

(ASCA) - Roma, 21 nov - ''Un evento storico, per il quale ringraziamo fortemente il presidente Fini che e' stato mediatore eccellente ed i vertici di Lega Calcio, Figc e Coni''. Cosi' il giornalista Mario Campanella e Don Fortunato Di Noto, Presidente di Meter, hanno commentato oggi a Roma, nel corso della riunione convocata dal Presidente della Camera, alla presenza di Maurizio Beretta (Presidente Lega Calcio), Antonello Valentini (direttore generale Figc) e di Luca Pancalli (Vice Presidente Coni) la decisione dello sport italiano di accettare la loro proposta, formulata nello scorso settembre. Da sabato 24 novembre, con l'anticipo Palermo-Catania, a martedi 27, con l'ultimo posticipo, Lazio-Udinese, campeggeranno su tutti e dieci gli stadi di serie A gli striscioni con la scritta ''La pedofilia e' un crimine - difendiamo i nostri bambini - Sosteniamo Meter Onlus''. Gli speaker leggeranno un messaggio prima di ogni singola partita. Durante l'incontro, il Presidente della Camera ha voluto ringraziare ''Campanella e Di Noto e il mondo del calcio e dello sport che hanno dimostrato una grande sensibilita' su un tema cosi importante''. Il Presidente della Lega Calcio, Beretta ha posto l'accento sul ''rapporto esistente ormai da tempo tra il calcio e il mondo del sociale, un binomio pedagogico indissolubile''. Antonello Valentini ha espresso, a nome del presidente Giancarlo Abete (impegnato nel consiglio federale) ''la massima disponibilita' della federazione per qualsiasi iniziativa si vorra' intraprendere in futuro''. Luca Pancalli e il presidente Fini hanno proposto di istituzionalizzare ''il connubio tra tutela dell'infanzia e sport'' attraverso una serie di incontri programmatici che coinvolgano tutto il mondo dilettantistico e agonistico. La citta' di Cosenza ha raccolto l'invito di Mario Campanella, ed ha diffuso una circolare nella quale invita tutti i cittadini e i commercianti, sabato 24, a spegnere per un minuto (dalle 19,00 alle 19,01) le luci in ricordo dei bambini abusati e sottoposti a violenza sessuale.