Calcio - Mostra maglia pro-Speziale: va radiato?

Suscita scalpore il gesto di Salvatore Arcidiacono, calciatore della Nuova Cosenza, squadra di Serie D, in difesa dell'assassino di Filippo Raciti. La società lo ha sospeso, ma il Coisp chiede la radiazione

"Speziale innocente". È la scritta mostrata su una t-shirt bianca indossata da Pietro Arcidiacono, calciatore catanese che milita nella Nuova Cosenza, in Serie D, per festeggiare dopo un gol realizzato nella partita vinta 4-3 contro il Lamezia Terme. Un gesto strano, fuori dal comune, scena tra l’altro ripresa dalle telecamere di Raisport, che stava trasmettendo in diretta il match.

Antonino Speziale, ricordiamo, è stato condannato a otto anni di reclusione con sentenza definitiva mercoledì scorso, accusato dell'omicidio preterintenzionale dell'ispettore di polizia Filippo Raciti, avvenuto allo stadio Massimino di Catania il 2 febbraio del 2007.

"La scritta non era contro le forze dell'ordine o contro la famiglia Raciti – ha poi spiegato il giocatore al termine della partita -. È stato un gesto di solidarietà per un ragazzo con cui sono cresciuto assieme nello stesso quartiere". La società ha risposto duramente, sospendendo Arcidiacono e dichiarandosi estranea ai fatti, ma il Coisp (il Coordinamento per l’Indipendenza sindacale delle forze di Polizia) pretende di più.

"La Federcalcio deve punire, in maniera dura ed esemplare, il calciatore del Cosenza che a Lamezia Terme ha esultato per un gol mostrando una maglietta con la scritta 'Speziale è innocente' - ha precisato il segretario generale del Coisp, Franco Maccari -, inneggiando quindi al giovane condannato in via definitiva a 8 anni di carcere per l'omicidio dell'ispettore di Polizia Filippo Raciti. Il calciatore deve essere radiato dal mondo dello sport, e la società duramente penalizzata. Dopo tanti lutti sui campi di calcio non può essere tollerato un gesto così irresponsabile, che rappresenta un insulto verso la memoria di Filippo Raciti e il dolore sofferto dalla sua famiglia e dai suoi colleghi, e che non può avere avuto altro scopo se non quello di fomentare ancora odio verso le forze dell'ordine".

Nel frattempo la procura della Federazione calcio ha aperto un'inchiesta sul caso.

* * * * *

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport