Calcio: Roma, Volkswagen nuovo partner istituzionale

Roma, 19 nov. - (Adnkronos) - La Volkswagen diventa partner istituzionale e fornitore ufficiale dell'As Roma. La partnership e' stata annunciata oggi. "Un sodalizio che unisce due realta' di primo piano, accomunate da una grande tradizione e riconosciute in tutto il mondo", si legge nella nota sul sito del club giallorosso. "Tra i tanti elementi che legano Volkswagen e As Roma ci sono la grande popolarita' e un profilo moderno e internazionale", si legge ancora sul comunicato. "Il marchio tedesco fa parte di un gruppo presente in 153 mercati, che produce le proprie vetture in 99 stabilimenti nel mondo. Allo stesso modo il club giallorosso, grazie alla nuova struttura societaria, ha acquisito una maggiore notorieta' e visibilita' anche oltre i confini italiani ed europei".

"La responsabilita' sociale -prosegue la nota- e' un altro tema che rivela una visione comune tra Volkswagen e As Roma, particolarmente attive in questo senso. La prima sta promuovendo con successo la filosofia ThinkBlue, che suggerisce l'adozione di uno stile di vita ecosostenibile non solo al volante, un atteggiamento che la stessa Volkswagen attraverso il progetto ThinkBlue Factory sta applicando anche a tutti i suoi siti produttivi. L'As Roma e' invece impegnata in diverse iniziative legate alle famiglie e ai bambini, come un settore dedicato allo stadio Olimpico e il Cuore Sole Village. Tutte attivita' finalizzate a riportare i tifosi allo stadio".

Non vanno poi dimenticate le attivita' a favore dei giovani. "Il vivaio giallorosso rappresenta una delle realta' piu' interessanti in Italia, negli ultimi anni e' stato protagonista di numerosi successi e ha consentito a molti giovani di conquistare il palcoscenico della serie A. Allo stesso modo, la casa di Wolfsburg si rivolge ai calciatori piu' piccoli organizzando, a livello mondiale, il Volkswagen Junior Masters, torneo di calcio a 11 riservato ai ragazzi dagli 11 ai 13 anni, che ogni anno coinvolge, nelle fasi eliminatorie, migliaia di giovanissimi in 22 nazioni".