Calciomercato - L'agente: "Il futuro di Guardiola dopo gennaio"

Il procuratore di Guardiola Josep Maria Orobitg smentisce i contatti fra l'ex tecnico del Barça ed il Milan e spiega che il suo assistito non deciderà il suo futuro prima dell'inizio del 2013: "Pep non parlerà con nessuno fino a gennaio. Non vuole sapere nulla del futuro, che si tratti di Chelsea, City, Psg, Milan, Roma, nazionale cilena o brasiliana. E' a New York e vuole la mente libera"

Ormai da giorni il futuro di Pep Guardiola e i presunti incontri segreti con il Milan tengono banco su tutti gli organi d'informazione, italiani e non.

Josep Maria Orobitg, agente del tecnico catalano, in un'intervista a Calciomercato.it fa il punto della situazione e chiarisce: "ho un ottimo rapporto con Galliani da anni, ma questo non significa nulla. Io ho il suo numero e lui il mio ma, come detto anche da lui, non c'é stato alcun incontro per Guardiola, anche perché l'unico rappresentante sono io. Voglio fare chiarezza una volta per tutte su una cosa: Pep non parlerà con nessuno fino a gennaio. Non vuole sapere nulla del futuro, che si tratti di Chelsea, City, Psg, Milan, Roma, nazionale cilena, brasiliana e tutti i nomi che la stampa ha tirato fuori in questo periodo. E' a New York e vuole la mente libera".

L'agente dell'ex tecnico blaugrana ha anche chiarito che l'arrivo del fratello Pere non c'entra nulla con l'eventuale sbarco di Pep in rossonero: "Lui é un procuratore di diversi giocatori, del Malaga e non (Luis Suarez ad esempio) ed è normale che viaggi per vedere le partite ed incontrare persone, ma ribadisco che il rappresentante di Pep sono io".

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport