Calciomercato - Lione: "La Juve ci ha chiesto Lisandro Lopez"

Il presidente dei francesi Jean-Michel Aulas ammette: "I bianconeri lo vogliono in prestito, ma noi preferiremmo non liberarlo a queste condizioni. Certo, se arrivasse un'offerta adeguata..."

Le voci erano arrivate già qualche giorno fa, ma sembravano soltanto indiscrezioni prive di fondamento. E, invece, nella serata di sabato ecco la prima conferma ufficiale. La Juventus sta cercando anche Lisandro Lopez nella caccia a un attaccante di “peso” per il mercato di gennaio.

Ad affermarlo è direttamente il presidente del club francese Jean-Michel Aulas che, nel corso di un’intervista a Radio Monte Carlo, ha ammesso l’abboccamento con la Vecchia Signora. “La Juventus ci ha contattato – ha dichiarato – e la loro proposta è quella di rilevare il giocatore in prestito. Ma a noi non piace questa idea perché non vogliamo che parta”.

Non una chiusura netta, piuttosto il tentativo di imbastire una trattativa che porti soldi in cassa. Qualcosa in cui il numero uno del Lione è maestro. “Tutti sanno che Lisandro Lopez ha fatto molto per la nostra squadra – ha proseguito - e che può fare altrettanto in futuro. Forse non è all’apice della sua carriera, ma è un nostro simbolo così come lo era Juninho Pernambucano”.

E, poi, la conclusione: “Se arriva una proposta che possiamo ritenere valida, allora la esamineremo e proveremo a fare un bilancio tra le nostre necessità sportive e quelle economiche. Non dimentichiamoci, però, che il giocatore ha detto di voler rimanere con noi ancora a lungo. Io, onestamente, spero che rimanga perché può darci ancora molto”.

In altre parole, Aulas dice no al prestito ma apre alla cessione a titolo definitivo di un giocatore arrivato nel 2009 dal Porto, quando fu pagato addirittura 24 milioni di euro. Difficile, se non impossibile, che la Juventus si spinga a offrire anche solo la metà di quella cifra per un giocatore che, adesso, si avvia al trentesimo compleanno.

***

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport