Calciomercato - Annuncio Galatasaray: "Trattiamo Sneijder"

Il club turco ha emesso un comunicato ufficiale riguardo alla trattativa con il trequartista olandese dell'Inter. Le parti evidentemente si avvicinano, con il Galatasaray che è convinto che Sneijder alla fine abbasserà le sue pretese contrattuali. I turchi puntano anche Antonini, mentre l'Inter in estate è pronta a virare su Dzeko

"Il Galatasaray ha iniziato la trattativa con l'Inter per il trasferimento di Wesley Sneijder. Vi terremo informati sui futuri sviluppi". Non è un tabloid e non sono le parole di un procuratore, ma un comunicato ufficiale emesso dallo stesso club turco, che evidentemente è intenzionato a fare sul serio.

SNEIDER-GALATASARAY, SI PUO' FARE - Questo l'ultimo sviluppo del "caso Sneijder", con l'olandese che dopo aver rifiutato la destinazione inglese (QPR) si trova subito davanti un'altra possibilità. A differenza del club londinese, il Galatasaray ha la possibilità di offrire al numero 10 nerazzurro un contratto più ricco (si parla di 4,5 milioni l'anno), anche se il presidente Aysal Ünal ha già dichiarato di sperare che "Sneijder accetti una riduzione del suo salario (che attualmente si aggira attorno ai 6 milioni, ndr) a seguito delle trattative". Il massimo dirigente della società di Istanbul ha incontrato Moratti ieri e ha lasciato il patron nerazzurro con "una sensazione positiva", parole che fanno pensare a un avvicinamento tra le parti anche se non è emerso ancora nessun dettaglio riguardo al costo del cartellino del giocatore (per Sneijder l'Inter vuole incassare almeno una decina di milioni).

NON SOLO SNEIJDER, ANTONINI IN FASCIA - Nella "missione milanese" di Aysal Ünal c'è stata poi anche una tappa rossonera: l'obiettivo sarebbe un esterno di difesa, quindi uno tra Antonini e Mesbah, con il primo favorito considerando la concreta ipotesi di scambio Mesbah-Zaccardo messa in piedi da Galliani sull'asse Milano-Parma. Il Galatasaray poi ha fatto un sondaggio anche per Boateng, considerato l'alternativa a Sneijder per il ruolo di trequartista, ma in questo caso la risposta milanista è stata negativa.