Cena, dieci anni e non li dimostra

John Cena festeggia il suo decimo anniversario all'interno della WWE mantenendo una piena attività e senza voler in alcun modo rallentare gli impegni di ring

Ha avuto successo in tutte le cose che ha affrontato: è andato più che bene nelle sue prime apparizioni cinematografiche, i suoi prodotti legati al brand personale e della compagnia sono tra i più venduti in senso assoluto, ha inciso un disco che si è rivelato un successo internazionale. Ormai è milionario...

Ma a quanto pare il wrestling resta il suo primo lavoro e il suo primo interesse.

I DIECI ANNI DELLA CENATION - John Cena ha festeggiato in questi giorni il suo decimo anniversario di attività nella WWE. Sembra in realtà passato molto più tempo da quando, raccogliendo la sfida di Kurt Angle che all'epoca metteva in palio la sua medaglia olimpica contro alcuni esordienti assoluti, Cena riuscì quasi a battere l'Olympic Hero (in basso a destra un'immagine di quel match, datato 27 giugno 2002). Cena, nato da un padre fanatico di wrestling in una famiglia dove tutti, fratelli e zio compresi, hanno in qualche modo organizzato attività di pro-wrestling nelle federazioni minori del Massachusetts, resta un fan del business: "Il wrestling era e resta un pilastro della mia vita - ha detto Cena nel corso di un'intervista ufficiale rilasciata a WWE.com - e anche se nel corso degli anni gli interessi sono aumentati e si sono diversificati, non ho alcuna intenzione di togliere intensità o consistenza alla mia presenza sul ring".

CENA, UN MODELLO SUO MALGRADO - Cena, un idolo per molti giovanissimi americani, vive questo suo ruolo come punto di riferimento con qualche imbarazzo: "Non pensavo mai che sarei diventato un esempio da seguire o da emulare - dice oggi il wrestler di Boston che ad aprile ha compiuto 35 anni - sono conscio di quello che è il prodotto della WWE e di quello che è il nostro seguito, e sono molto consapevole delle cose in cui credo. Ho i miei ideali, non ne faccio mistero: 'hustle, loyalty e respect' non sono solo tre marchi stampati sulle mie magliette. Ancora oggi incontrare i fan che prendono parte alle iniziative della Make-A-Wish Foundation è una delle cose che faccio più volentieri. Ma non certo per pubblicità".

Con la Make a Wish Foundation Cena incontra giovanissimi alle prese con gravi malattie e disabilità: tutto si risolve in un incontro privato, tra lui, il fan e i suoi genitori senza telecamere né macchine fotografiche al chiuso di un camerino. Ne ha tenuti parecchi anche nei suoi show italiani. Nessuno di questi è stato filmato e lui stesso non ne parla volentieri... "E' una cosa mia, solo mia e delle persone che incontro".

IL LIMITE È IL CIELO - Al momento è la stella numero 1 della WWE, in un periodo di forte transizione e trasformazione nel quale la compagnia fatica a gestire pochi wrestler di grande personalità rispetto al passato. Lui è uno di questi: "Non riesco a vedere il mio futuro senza questo show - conclude John Cena - ma non so fino a che punto potrò arrivare...". Al momento Cena ha conquistato 19 titoli, 12 dei quali sono titoli mondiali assoluti tra cinture dei pesi massimi (due, per complessivi 105 giorni di regno) e cinture WWE (dieci, per complessivi 1058 giorni di regno, quarto posto assoluto alle spalle di Bruno Sammartino, Hulk Hogan e Bob Backlund). Ric Flair con le sue sedici cinture assolute non è poi così lontano: "Ric è monumento e le sue sedici cinture sono un piedistallo. Ma la cosa bella in questo mestiere è che non hai mai limiti, anche quando non combatti per nessun obiettivo, c'è sempre un obiettivo da porsi...".