Champions League - Allegri: "Qualificazione aperta fino alla fine"

Il tecnico del Milan è positivo prima del match con L'Anderlecht e ha archiviato la partita sofferta con il Napoli. E poi ritorna sulla visita del patron Berlusconi: "Parlare con lui di calcio è sempre un piacere" (foto AP/LaPresse)

"E' una partita importante e abbiamo l'obbligo di fare i quattro punti che ci garantirebbero la qualificazione. L'Anderlecht è in un buon momento e la gara sarà difficile".

Cosi' il tecnico del Milan, Massimiliano Allegri, alla vigilia del match di domani contro la squadra belga. "La partita di Napoli fa storia a sé, domani è una gara di Champions League - ha proseguito il tecnico rossonero nella conferenza stampa della vigilia -. Come squadra abbiamo fatto pochi errori a Napoli, ne abbiamo fatti individuali, ma ci stanno. Adesso dobbiamo pensare a far bene nella gara difficile di domani. Giocheremo sapendo già il risultato dello Zenit, però la qualificazione sarà aperta fino alla fine".

Allegri parla anche di formazione e spiega: "Boateng domani non avrà un ruolo particolare. Robinho? A Napoli ha dato una palla da campione (mandando in gol El Shaarawy, ndr) e un'altra l'ha sbagliata. Domani potrebbe essere la partita di Pato, ma devo ancora decidere. Abbiati? Non ha nessun problema, con Galliani si sono parlati e chiariti; ha fatto un errore esattamente come posso farli io".

"I consigli del Presidente contano sempre. La visita che ci ha fatto venerdì è stata importante per la squadra. Parlare con lui di calcio è sempre un piacere", ha concluso il tecnico toscano.

***

"Il secondo tempo di Napoli ci ha dato molta fiducia, ma questa è un'altra competizione e noi ci stiamo preparando per questa partita e vogliamo fare bene". Così Philippe Mexes fa eco al suo allenatore. e. "L'Anderlecht ha dimostrato diverse qualità. E' un girone molto equilibrato e lotteremo tutti insieme per passare il turno", spiega il francese che ammette: "Le cose non girano come dovrebbero. Ci è mancata un po' di fortuna. Facciamo anche errori individuali ma, ripeto, cercheremo di uscire tutti insieme. Fa parte del calcio essere in difficolta'. Dobbiamo lavorare tutti insieme e nella stessa direzione per uscire da questo momento delicato. Non penso al mercato e penso a fare bene con il Milan. Penso solo al presente e non al futuro. E' un match di Champions League e faremo di tutto per vincere. Sarà una sfida molto importante e ricca d'insidie. Cercheremo di tenere inviolata la porta e di fare male agli avversari".

Un commento anche sul campionato. "A Napoli abbiamo avuto una grande reazione rimontando il risultato. In campionato abbiamo bisogno di punti ma abbiamo dimostrato grande forza e abbiamo avuto anche le possibilità di vincere la partita. Non meritiamo questa classifica - spiega Mexes -. L'ultima volta che sono venuto qui ho vinto 7-1, ma domani non sarà così. E' una partita molto dura e decisiva e ci prepareremo al meglio anche nell'ultimo allenamento".

Appuntamento a mercoledì alle ore 20:45 per la DIRETTA SCRITTA di Andelecht-Milan. Segui Eurosport su Facebook e Twitter per rimanere aggiornato su tutte le news di sport 24 ore al giorno