Champions League - Asamoah: "Vogliamo battere Lazio e Chelsea"

Il giocatore della Juventus è stato intervistato durante la serata organizzata in onore suo e di Fabio Quagliarella da un Fan Club e ha ammesso: "Non sono decisive, ma sono comunque importanti e vogliamo dare il massimo"

I tifosi bianconeri hanno un nuovo beniamino: Kwadwo Asamoah si è guadagnato, in pochi mesi, rispetto, ammirazione e affetto incondizionati. Corre per tre, sforna assist preziosi e segna gol da favola, come l'ultimo, contro il Pescara, o come il primo, a Pechino, in Supercoppa.

Proprio in quella gara, impiegato da esterno sinistro, Kwadwo fece talmente bene, pur in un ruolo inconsueto per lui, da convincere Conte ad affidargli definitivamente la fascia: "Il mister mi ha visto bene in quella partita e da allora siamo andati sempre avanti così. Io però sono a disposizione per giocare in qualsiasi ruolo", spiega - secondo quanto si legge sul sito della Juvemtus - durante la serata organizzata in onore suo e di Fabio Quagliarella, altro eroe del momento, dallo Juventus Club Doc Canavese bianconero, presso il Castello di Rivara.

Con due protagonisti simili, il discorso non può no cadere sulla partita di Pescara, che li ha visti entrambi andare a segno:"Il 6-1 e' stato un bel risultato, ma non ha cambiato nulla per quanto riguarda il clima dello spogliatoio - continua il centrocampista - Siamo partiti bene e in questo inizio di stagione abbiamo fatto tanti punti, ma ci sono ancora tante partite e dobbiamo tenere duro, lottando sino alla fine". A cominciare dalle prossime sfide contro Lazio e Chelsea, due gare importanti, "ma non decisive - sottolinea Asamoah - Vogliamo comunque vincerle entrambe perché ci teniamo a fare bene sia in campionato che in Champions. Se puntiamo a entrambe le competizioni? Non è certo facile, ma sono entrambe importanti e daremo il massimo".