Ciclismo - Armstrong texano dell'anno, eroe alla rovescia

Il Dallas Morning News ha eletto Lance Armstrong texano dell'anno: la metamorfosi da eroe a genio del male è stata fragorosa, la vera notizia dell'anno, secondo il quotidiano texano

Il Dallas Morning News ha nominato Lance Armstrong Texano dell’anno. Può sembrare un paradosso, quindi meglio chiarire dall’inizio il senso di tale riconoscimento. Il titolo di “Texano dell’anno” per il quotidiano locale si riferisce all’impatto mediatico del personaggio, indipendentemente dai risvolti positivi o negativi delle sue gesta.

Texano dell’anno, dunque. Le motivazioni? Lance è un “combattente, un texano dagli occhi di ghiaccio, uno scaltro e glaciale bugiardo”, questa è la definizione del quotidiano. Il premio si riferisce dunque alla rovinosa caduta dell’ex eroe americano, una caduta che più fragorosa non si poteva. C’è un che di spettacolare e portentoso nel suo fallimento: è questo che il giornale legge in filigrana nella vicenda del ciclista statunitense.

Un genio del male, insomma. L’Unione Ciclistica Internazionale – che lo scorso ottobre ha revocato ad Armstrong i sette Tour De France conquistati consecutivamente dal 1999 al 2005 – ha individuato in lui il responsabile del più sofisticato, professionale e vincente sistema di doping mai orchestrato nella storia dello sport. Poi lo smascheramento, le revoche dei titoli e l’abbandono in massa degli sponsor.

Il Dallas Morning News ha voluto così puntare i riflettori sui pericoli del culto dell’eroe. Un contro-premio, dunque: un esempio da cui stare alla larga. In ogni caso Lance Armstrong è il personaggio che più ha fatto notizia nel 2012: il principe dei newsmaker.

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport