Tour de France - I titoli di Armstrong non saranno riassegnati

Dopo la squalifica del texano, il Tour de France resterà senza vincitori dal 1999 al 2005: l'UCI ha deciso di non riassegnare i titoli per il coinvolgimento degli altri corridori piazzatisi sul podio in vicende legate al doping

E alla fine il Tour de France resterà orfano, come, tra l'altro, era ampiamente prevedibile. Il lungo periodo compreso tra il 1999 e il 2005, quello in cui Lance Armstrong vinse per 7 volte consecutive la Grande Boucle, non avrà nessun vincitore dopo la squalifica dell'ex-fuoriclasse di Austin, che ha macchiato in maniera profonda e indelebile l'ultima decade del ciclismo: l'UCI ha deciso di lasciare i titoli vacanti, visto che i corridori piazzatisi alle spalle del texano (Zülle, Ullrich, Beloki, Klöden e Basso) sono stati tutti coinvolti in vicende legate al doping o poco chiare.

"Con il rispetto per Lance Armstrong e le implicazioni che porteranno le sanzioni emesse dall'USADA - si legge in un comunicato ufficiale dell'Unione Ciclistica Internazionele - il Comitato dell'UCI ha deciso di non assegnare le vittorie ad altri corridori o modificare le classifiche finali. Il comitato ha anche chiesto ad Armstrong e agli altri corridori di restituire i premi in denaro che hanno ricevuto durante le corse".

Soddisfazione (per quanto possa contare in un momento così nero per la storia del ciclismo) per Christian Prudhomme, il direttore del Tour de France, che aveva espresso il desiderio che quelle corse "restassero senza un vincitore. L'Usada - aveva proseguito - ha messo in discussione un sistema e un'epoca, e quelle corse devono rimanere segnate con l'assenza di un campione".

Oltre ai sette titoli al Tour de France, Armstrong si è visto revocare anche un Giro di Svizzera (2001), due affermazioni al Criterium del Delfinato (2002, 2003), il GP Midi Libre (2002), il Rheinland-Pfalz Rundfaht (1998), un Giro di Lussemburgo (1998) e un Giro della Georgia (2004). Ora anche il Comitato Olimpico Internazionale è atteso a intervenire chiedendo la restituzione della medaglia di bronzo vinta alla cronometro dei Giochi di Sydney del 2000.

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport