Ciclismo - Luis Leon Sanchez sospeso per presunto doping

Il team Blanco indice un'inchiesta per capire se il suo corridore è realmente implicato nell'Operacion Puerto e fa sapere che "è sospeso e non correrà nessuna gara" fino a nuovo ordine

Il team Blanco Pro Cycling ha aperto un'indagine interna su Luis Leon Sanchez e sui suoi presunti legami con Eufemiano Fuentes, sospendendo il corridore fino a nuovo avviso. Sanchez, 29 anni, ha cominciato la carriera nel 2003 alla ONCE, sotto la guida di Manolo Saiz, prima di passare alla Caisse d'Epargne quattro anni dopo.

Al team Blanco (ex Rabobank) dal 2011, lo scorso ottobre il ciclista spagnolo era stato pubblicamente difeso dalla sua squadra davanti alle accuse di doping ma con l'inizio del processo sull'Operacion Puerto e le rivelazioni emerse in aula, la sua posizione è cambiata. Sanchez, stando al quotidiano olandese "NRC Handelsblad", sarebbe stato tra i clienti di Eufemiano Fuentes, nome in codice "Huerto" e sacca di sangue numero 26.

Il diretto interessato ha sempre negato ogni ricorso al doping anche se nel 2006 faceva parte di quella Liberty Seguros finita nel mirino della polizia spagnola dopo la scoperta di numerose sacche di sangue nel laboratorio di Fuentes a Madrid e riconducibili a corridori come Basso, Ullrich e Valverde.

Così Blanco fa sapere che "il corridore è sospeso e non parteciperà a nessuna gara" e che l'inchiesta interna mira a "sapere quale fu la sua relazione con Eufemiano Fuentes dopo le storie pubblicate dai media sulla sua possibile implicazione nel caso Fuentes".

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport