Congo: oltre 7mila in fuga, centro Don Bosco apre porte a rifugiati

(ASCA) - Roma, 20 nov - Sono oltre 7mila le persone arrivate negli ultimi tre giorni nel Centro educativo Don Bosco Ngangi di Goma, nella Repubblica Democratica del Congo, gestito dai Salesiani di Don Bosco con il supporto dei volontari della ong VIS-Volontariato Internazionale per lo Sviluppo. Secondo il censimento realizzato oggi dagli operatori del Centro Salesiano tra queste 7 mila persone, 5 mila sono bambini e 111 di loro sono arrivati completamente soli. I migliaia di profughi sono in fuga dal conflitto riaccesosi giovedi' scorso tra l'esercito regolare congolese (FARDC) e diversi gruppi ribelli, tra i quali il principale e' l'M23. ''Abbiamo aperto le porte a piu' di 7000 profughi e sfollati arrivati due giorni fa dal campo di Kanyaruchinya e da altre zone. La tregua prevista nella giornata di ieri, non e' durata. I rifugiati sono nella grande sala, nelle classi, in qualche tenda e riparo di fortuna sul terreno di basket e in tutti gli spazi disponibili'', ha dichiarato Padre Piero Gavioli, direttore del Centro Ngangi a Goma.