Coppa Italia - Rosina trascina il Siena, battuto il Toro 2-0

Vittoria importantissima per la squadra di Cosmi che raggiunge gli ottavi di finale dove affronterà la Lazio. Nel primo tempo il Siena è bello a metà con i bianconeri che creano ma non sfruttano le molteplici palle gol create. Nella ripresa ci pensano invece Zé Eduardo e Reginaldo a chiudere il match con dei letali contropiede che eliminano il Torino di Ventura.

PANCHINA CORTISSIMA PER IL TORO - Il Siena dopo il pareggio esterno contro il Chievo si rituffa in Coppa Italia dove affronta un Torino già incontrato in questo campionato, match che però è andato in archivio senza grandi emozioni dopo lo scialbo 0 a 0 visto proprio al Franchi di Siena. Cosmi manda in campo il suo solito 3-4-2-1 con Reginaldo e Rosina da supporto all’unica punta Zè Eduardo rispolverato in occasione del trofeo nazionale. Il Torino arriva all’Artemio Franchi dopo il pareggio discusso contro la Fiorentina, e Ventura si presente con una panchina cortissima composta da soli sei uomini, mentre nei titolari spiccano le presenze di Gomis tra i pali e il duo d’attacco formato da Sansone e Sgrigna.

SIENA NON CINICO - In un Torino imbottito di riserve è il Siena che cerca sin da subito di fare la partita, dopo pochissimi secondi sono proprio i bianconeri che rischiano di trovare immediatamente il vantaggio ma Rosina non è lesto a mandare in rete dopo l’errore in rinvio di Gomis. Poco dopo il portiere senegalese si riscatta prontamente mostrando tutti i suoi riflessi andando a deviare il tocco all’indietro di Guillermo Rodríguez che da azione di calcio d’angolo rischia di effettuare un clamoroso autogol. La squadra di casa continua ad attaccare, però senza fortuna, prima Reginaldo manda in rete ma partendo da posizione irregolare mentre successivamente è D’Agostino a provare il tiro dalla distanza parato da Gomis in due tempi. Al 20’ il Torino esce finalmente dal guscio ed al primo tentativo rischia di portarsi in vantaggio se solo Contini non fosse riuscito a calciare il pallone fuori dallo specchio sulla linea di porta dopo la deviazione fortuita di Dellafiore sulla conclusione di Stevanović. Cosmi cerca di riportare l’inerzia dalle sue parti cambiando in continuazione gli esterni con Rosina e Reginaldo che si scambiano le posizioni, ma successivamente l’allenatore del Siena è costretto a sostituire anche il portiere con l’ingresso di Farelli che prende il posto di Campagnolo fermo per un problema muscolare alla schiena. Nel finale ci riprova il Siena ma né Felipe né Mannini riescono a trovare lo specchio della porta difesa da Gomis.

BIANCONERI LETALI IN CONTROPIEDE - Dopo una serie di tentativi il Siena trova finalmente il vantaggio nel secondo tempo, alla prima occasione quando una fortuita deviazione di Dellafiore dopo la conclusione di Rosina mette Zè Eduardo nelle condizioni di battere a rete da due passi. Poco dopo i bianconeri rischiano di trovare anche il raddoppio con un’altra azione in solitaria, questa volta dalla fascia sinistra, ma il perfetto cross di Rosina non viene sfruttato adeguatamente da Reginaldo che manca il tap-in calciando direttamente a lato da due passi per la disperazione di Cosmi. Ventura dal proprio canto prova a ravvivare le sorti del suo Torino mettendo in campo altre due punte: Verdi e Meggiorni; mentre Cosmi risponde con l’ingresso di Coppola per Ribair Rodríguez immettendo così forze fresche a centrocampo. Con il gol del vantaggio già messo in cascina sono chiare le disposizioni lasciate da Cosmi ai suoi, difendere con almeno dieci uomini e partire con rapidi contropiedi verso la porta di Gomis. A livello difensivo i compiti del Siena non sono difficili da eseguire vista la sterile risposta della squadra di Ventura che nonostante gli ultimi innesti non riesce a rendersi pericolosa dalle parti di Farelli.

Al contrario invece i bianconeri trovano il gol del raddoppio confezionato proprio dal duo delle meraviglie Rosinaldo-Reginaldo, con il brasiliano che fa partire l’azione e l’ex Zenit ad attirare su di sé i difensori ospiti, contropiede concluso positivamente dallo stesso Reginaldo che mette in rete il 2 a 0 e facendosi così perdonare dal clamoroso errore in avvio di ripresa. Troppo tardi arriva invece la risposta del Torino che si fa vedere dalle parti della porta di casa con le conclusioni al volo di Meggiorini e Di Cesare che non centrano però, seppur di pochissimo, la porta difesa dall’estremo difensore bianconero.

RIVIVI IL LIVE DEL MATCH CLICCANDO IL PRIMO LINK TRA GLI ARTICOLI SOTTO LA FOTO

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport