Coppa del Mondo - Hirscher tanto per cambiare, peccato per Gross

L'azzurro tira il freno a mano nella seconda manche dello slalom e sfila ai piedi del podio composto da Myhrer e Matt. Male anche Byggmark, che era in testa prima dell'inversione dei 30 e con un errore nella seconda manche compromette la vittoria e chiude 26°

Jens Byggmark butta via la vittoria dello slalom di Zagabria. Dopo essere stato in testa dopo la prima manche, nella seconda commette un grave errore che lo fa sfilare addirittura al 26° posto.

A festeggiare quindi è Marcel Hirscher, che era secondo e con un'ottima prova conquista meritatamente la vittoria in 1:56.17. Alle sue spalle, però, non c'è Stefano Gross, che dopo la prima manche era terzo: l'azzurro non commette grandi errori, anzi forse la troppa prudenza lo condanna ad andare troppo piano e a perdere centesimi preziosi, che lo faranno chiudere ai piedi del podio.

Insieme all'austriaco fanno le foto di rito anche Andre Myhrer, staccato di 57 centesimi, e il sempreverde Mario Matt, che poteva anche rischiare di vincere se non ci fosse stata la vistosa sbavatura che ha contraddistinto il suo finale di gara (+1.09).

Bravissimo Manfredd Moelgg, che rimonta tre posizioni e chiude al settimo posto, davanti a un Ivica Kostelic in evidente difficoltà. Nei dieci anche Patrick Thaler, che confeziona il terzo miglior tempo di manche, mentre Cristian Deville è 15°. Riccardo Tonetti e Giuliano Razzoli non avevano finito la loro prova nella prima manche.

Segui Eurosport su Facebook e Twitter per rimanere aggiornato su tutte le news di sport 24 ore al giorno