Coppa del Re - Tripletta di Cristiano Ronaldo, Real ai quarti

Gli uomini di Mourinho (fischiato) battono 4-0 il Celta de Vigo in coppa del Re. Show del portoghese al Bernabéu e gol finale di Khedira. Espulso Sergio Ramos. Cristiano Ronaldo supera il grande Pirri al settimo posto della classifica dei goleador del Real Madrid. Per il portoghese rete numero 174 in 173 partite! Ai quarti i Blancos affronteranno il Valencia

Cristiano Ronaldo unisce il madridismo. È questo il pensiero della stampa spagnola dopo l’ennesimo show del portoghese al Bernabéu. Tre gol per rialzare il Real e fare pace, se possibile, con una tifoseria ormai stanca (e i fischi lo dimostrano) del clima teso e della mancanza di risultati della squadra di Mourinho. Nella capitale sono ormai sicuri dell’addio dello Special One a fine stagione ma l’augurio è di evitare di trasformare questa seconda parte dell’anno in un tormento. Vincere. A cominciare dalla coppa di Spagna, resa complicata dalla trasferta in Galizia, con un 2-1 in favore del Celta nella partita d’andata. Ottavo da ribaltare per evitare l’insopportabile vergogna di un ulteriore passo falso.

E così, tra i fischi del Bernabéu e un nervosismo evidente da parte degli uomini di Mourinho, ci pensa Cristiano Ronaldo a risolvere la pratica Celta. I ragazzi di Vigo a dire il vero ce la mettono tutta per facilitare le cose al Real ma la tripletta del portoghese è uno spettacolo che merita abbondantemente il costo del biglietto. Tre gol per trasformare i fischi (rivolti esclusivamente a Mourinho) in applausi e volare ai quarti di finale dove attende il Valencia già qualificato.

Ci mette centoventi secondi CR7 a far esplodere il “suo” Bernabéu. Gran botta dalla distanza, palla che si abbassa e termina sotto l’incrocio dei pali. Un eurogol da vedere e rivedere e qualificazione in mano alla squadra della capitale. Il Celta, ancora una volta, decide di non scendere in campo al Bernabéu. E così, a un solo campo, diventa facilissimo per il Real chiudere il conto alla mezzora, ancora con Cristiano Ronaldo. Il portoghese segna il gol del 2-0 e supera il grande Pirri , fino ad oggi al settimo posto della classifica dei goleador del Real Madrid. Una media spaventosa per CR7 con 174 gol in 173 partite.

Il Real cala ma il Celta non riesce proprio a venir fuori. Giallo per Ramos e Arbeloa con tanto di mezza rissa nella metà campo madridista. Mourinho prende a pàllonate la sua panchina e il match scivola tra conclusioni micidiali di CR7, parate dell’ottimo Alvarez e fischi del pubblico. Il Celta nel finale del primo tempo perde per infortunio Hugo Mallo, che esce in lacrime toccandosi il ginocchio. Esce nell’intervallo anche Xabi Alonso e la ripresa diventa così una semplice amministrazione del risultato. L’ingresso in campo di Aspas al posto di Park fa crescere il Celta ed esalta l’istinto (unico) di Iker Casillas, che nel momento più difficile del match, con il Real in dieci per l’espulsione di Sergio Ramos (cartellino rosso numero 26 della gestione Mourinho), salva la porta merengue con due veri e propri miracoli su Krohn Dehli e Augusto. Il Real in dieci soffre per dieci minuti, fino al terzo gol di Cristiano Ronaldo. Higuain, entrato al posto di uno spento Benzema, prende palla, si invola verso l’area del Celta e passa al portoghese che con un diagonale batte Alvarez. Due minuti più tardi c’è spazio anche per il gol di Khedira. Al Bernabéu finisce 4-0. Rimonta completata (l'ultima era datata 2002 contro l'Athletic Bilbao) e quarti di finale contro il Valencia.

* * * * *

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport