Equitazione - La Coppa del mondo e Pius Schwizer, una storia che dura

A cinquant'anni, lo svizzero Pius Schwizer gioca nel mondo dell'altissimo livello da meno di dieci anni

A cinquant'anni, lo svizzero Pius Schwizer gioca nel mondo dell'altissimo livello da meno di dieci anni. Partecipava quest'anno alle sue seconde Olimpiadi, terminando al dodicesimo posto individuale, mentre il suo compatriota Steve Guerdat conquistava la medaglia d'oro. Tre anni fa, durante i campionati di Europa di Windsor, salivano insieme sul primo gradino del podio.

L'ultima domenica, a Lione, associato a Verdi III, Pius ha letteralmente "esploso" dopo il suo percorso perfetto che gli permetteva di guadagnare la terza tappa Coppa del mondo della stagione. È una persona molto discreta per natura ed estremamente riservata, tuttavia ha offerto al pubblico dei giri d'onore di pazzia e si è mostrato più felice che mai durante la conferenza stampa, autorizzandosi persino a scherzare.

Bisogna dire che il circuito della Coppa del mondo gli riesce bene : sesto a Ginevra nel 2010, secondo a Leipzig nel 2011, e terzo a s’Hertogenbosch l'anno seguente, cioè tre bellissime classifiche per tre partecipazioni alle finali. Anche se ha dovuto recentemente separarsi dalla sua fantastica giumenta Carlina IV, Pius ha il coltello fra i denti ed è più determinato che mai per riportare a casa sua questa Coppa del mondo! Anche se non sarà a Verona questo weekend per proseguire la sua corsa a punti (si recherà al CSI5* di Vienna), andrà bene al circuito tanto stimato di Stuttgart dal 14 al 18 novembre.