Equitazione - Sergio Alvarez Moya, il genio spagnolo

A circa 28 anni, lo spagnolo Sergio Alvarez Moya ha già una carriera ben avviata e riuscita

A circa 28 anni, lo spagnolo Sergio Alvarez Moya ha già una carriera ben avviata e riuscita. Ora al ventinovesimo posto della classifica mondiale, è anche in testa alla classifica Coppa del mondo con trentanove punti accumulati en quattro tappe. Sapendo che sono necessari quaranta punti in media per qualificarsi per la finale, è difficile immaginare ciò che potrebbe impedirlo di andare a Göteborg.

Tanto più che la sua scuderia è ben riempita. In caso di grana con Action-Breaker, Carlo 273, recentemente comprato al britannico Nick Skelton, arriverebbe in aiuto. I due crack sono un po' stanchi? Non ha importanza, Sergio ci presenta Zipper, giovane stallone di 8 anni e vince il Grand Prix Coppa del mondo di Verona, in barba a delle coppie tante esperte quanto lui, come Marco Kutscher e Cash o Meredith Michaels-Beerbaum e Bella Donna !

Sergio ha dato prova del suo talento molto presto. Campione d'Europa Juniors a sedici anni, Sergio entra nella squadra di Spagna nel 2005, a solo vent'anni. Partecipa ai suoi primi Giochi Equestri Mondiali l'anno seguente, mentre i suoi compagni coetanei saltano ancora nel circuito Giovani Cavallerizzi. Si permette anche il lusso di finire al diciottesimo posto, davanti a Rolf-Göran Bengtsson ed Eric Lamaze; scusatelo, se è poco! E con un tale picchetto di cavalli, tutto fa pensare che il futuro sarà almeno così bello per lo spagnolo. Si scommette persino sul fatto che non raggiungerà la trentina senza aggiungere un titolo al suo palmares!