EuroLeague - Roma rinuncia, forse farà l’Eurocup

Troppo grande l'impegno economico per giocare nell'Europa che conta. Si ripartirà da zero, senza Datome e Lawal e forse con un nuovo coach

Il miglior risultato raggiunto da cinque anni a questa parte, il ritorno alla finale-scudetto e il riacceso entusiasmo di una piazza che si stava tristemente spegnendo nelle ultime stagioni sembra già destinato a evaporare in una bolla di sapone. Roma, che arrivando a sfidare Siena per il titolo si è conquistata sul campo la licenza B per disputare la prossima Eurolega, ha rinunciato all’Europa che conta, facendo intendere che ricomincerà tutto da zero.

Troppo grande, infatti, l’impegno economico per allestire una squadra che possa onorare l’impegno senza trasformarlo in una ciclo-turistica per le avversarie e per tornare al PalaLottomatica, già snobbato nelle finali per rimanere al PalaTiziano, inadatto, però, a fungere da casa per l’Eurolega perché di capienza troppo ridotta. Insomma, la Virtus ripartirà da capo e da poco, sulla falsariga della stagione appena conclusa, cercando di ricomporre i pezzi per un altro miracolo.

Con chi? Le linee sono ancora piuttosto oscure. Gigi Datome e Gani Lawal, le due stelle della Roma finalista, saluteranno quasi sicuramente: per entrambi ci sono forti interessamenti anche dall’altra parte dell’Oceano che annebbierebbero qualsiasi tipologia di offerta avanzata dalla società di Toti. Altro punto traballante è la panchina. La conferma di coach Calvani è in forte dubbio: il tecnico è atteso a incontrarsi a breve con la dirigenza per definire il suo futuro, ma spuntano già i nomi di possibili sostituti, quali Luca Dalmonte e Sasha Djordjevic. I punti fermi, al momento, sembrerebbero essere soltanto Jordan Taylor (ha ancora un anno di contratto con escape per la NBA da esercitare entro fine luglio, ma è difficile che ci riesca) e il veterano Bobby Jones, che pare vicino all’accordo per il rinnovo.

Come annunciato in una conferenza stampa dal gm, Nicola Alberani, la Virtus, come Sassari, chiederà di poter partecipare all’Eurocup per non perdere in toto il treno europeo. Il posto lasciato libero nel tabellone della prossima Eurolega, verrà riassegnato dal board dell’Euroleague stessa, che valuterà se concederlo a un’altra squadra italiana che andrebbe così ad affiancare Siena e Milano, titolari di licenze A, oppure se girarlo a un altro Paese.

* * *

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport