Eurolega - Siena cuore infinito: anche il Khimki finisce ko

La squadra di coach Banchi recupera 14 punti ai russi nel primo quarto e vince la terza partita su altrettanto giocate nelle Top 16 82-76. La Montepaschi resta così a punteggio pieno nel girone F a pari punti con il Vitoria

Montepaschi Siena-Khimki Mosca 82-76

Continua meravigliosamente l’avventura della Montepaschi Siena nelle Top 16 di Eurolega. La formazione di Banchi batte in rimonta anche il Khimki infliggendo ai moscoviti il primo ko nella seconda fase e dopo tre giornate resta a punteggio pieno nel girone F a pari punti con il Vitoria. Grande prova di forza dei toscani che dopo un inizio orribile (16-2 dopo 4’ dalla palla) che lasciava presagire ad un massacro tirano fuori gli attributi, ricuciscono a poco a poco lo svantaggio fino a riuscire a spuntarla nel finale quando la second unit sale in cattedra e trascina Siena ad un successo fondamentale nella lunga strada che porta alle qualificazione alle final eight. La Montepaschi per il successo odierno, più che al solito Brown (top scorer della formazione italiana con 20 punti ma con 6 palle perse e 2 assist) deve ringraziare un monumentale Thomas Ress che dalla panchina realizza 16 punti con 7 stoppate ed un mostruoso apporto sia a rimbalzo che in difesa.

LA CRONACA – L’avvio di partita per Siena è assolutamente da incubo, Lonchar punisce da ogni posizione l’atteggiamento di Moss e compagni è troppo passivo ed in un amen il punteggio dice 16-2 in favore del Khimki. La gara sembra segnata ma la carica la suonano Jenning, Sanikidze e Ress che a suon di triple firmano un 18-5 di parziale che permette a Siena di rientrare e chiudere il primo quarto sotto ‘solamente’ di sette lunghezze (27-20). Siena è perfettamente in partita e nel secondo quarto ricuce completamente il gap a un minuto dalla sirena dell’intervallo lungo quando con due triple consecutive Brown fissa il risultato sul 36-36. Alla sirena di chiusura di primo tempo il Khimki ha due lunghezze di vantaggio che però durano poco perché un positivissimo Janning (autore di 12 punti) realizza 7 punti in 4 minuti e firma il primo vantaggio di Siena nella partita (44-43 al 22’). Il Khimki però risponde e con 7-0 si riporta avanti di 6 lunghezze ma Siena risponde e con i muscoli di Sanikidze (11 punti e 9 rimbalzi) e i soliti canestri di Ress si riparte sotto e chiude il terzo quarto sul 60 pari.

Nel quarto quarto sale in cattedra la panchina di Siena che solca il vantaggio: Kangur dall’angolo trova due triple che portano Siena sul +1 poi Hackett con una grande entrata nel traffico fa 75-72 con 2’55” sul cronometro. Loncar (12 punti) pescato da una magistrale giocata di Planinic (autore di 10 punti con 3/8 al tiro) fa meno uno con poco più di un minuto sul cronometro ma sul ribaltamento di fronte ci pensa il solito Brown con un tear drop a sigillare il risultato sul 77-74. I russi in attacco provano la tripla ma il tiro di Frindzos è forzatissimo e a Moss non resta che prendere il rimbalzo e subire fallo. L’ex ala di Teramo fa 1/2 fissa il risultato sul 78-74. Il Khimki non ha più lucidità e sbaglia un altro tiro concedendo un altro rimbalzo che viene preso da un immenso Ress che fa 2/2 e sigilla il risultato sull’80-74. Il Khimki non c’è più con la testa e nel finale c’è solo il tempo per Ress per segnare altri due liberi e sigillare il risultato sull’82-76 finale.

* * * * *

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport