Curiosport - Melo “zappatore”? No, ora è un para-rigori!

Felipe Melo autore di una prodezza nella vittoria per 1-0 del Galatasaray sull’Elazigspor nell’ultimo turno di campionato: al 90’ sostituisce l’espulso Muslera tra i pali e para un rigore decisivo

Parli di Felipe Melo e ti vengono in mente i calcioni a centrocampo, le ammonizioni a raffica, un carattere difficile da gestire e un brutto, pessimo anno in bianconero, quello che sarebbe dovuto essere il suo grande lancio in un top club dopo la bella esperienza a Firenze. Eppure, adesso che gioca in Turchia, con la maglia del Galatasaray, Felipe Melo è un giocatore più sereno, incisivo e, soprattutto, decisivo, anche non necessariamente nel suo classico ruolo di centrocampista incontrista.

Sabato sera, nella partita di campionato contro l’Elazigspor, fanalino di coda del campionato turco, l’ex-juventino è stato protagonista di un episodio piuttosto inconsueto: al 90’, dopo l’espulsione di Muslera e senza più cambi a disposizione, ha indossato i guantoni dell’ex-estremo difensore della Lazio e si è messo in porta… parando il rigore calciato da Turkgodan per il possibile 1-1. Il Galatasaray ha così portato a casa un altro successo (il settimo nelle prime 13 gare stagionali) e mantenuto il primato in classifica con due lunghezze di vantaggio sull’Antalyaspor.

In realtà, non è la prima volta che Felipe Melo si mette tra i pali "ricordando i consigli di Taffarel", come lui stesso ha dichiarato: lo ha fatto anche quando giocava in Spagna, nel Racing Santander, in una pesante sconfitta per 3-0 contro il Barcellona (stagione 2006-07). In quell'occasione sostituì l'espulso Toño, l'allora portiere del Racing, al 90': ma Ronaldinho trasformò il calcio di rigore senza problemi...

GUARDA IL VIDEO DELLA PRODEZZA TRA I PALI DI FELIPE MELO!

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport