F1: Red Bull, vero avversario e' l'alternatore 'bomba a orologeria'

Austin, 19 nov. - (Adnkronos/Dpa) - Sebastian Vettel ha due avversari nella corsa al titolo mondiale: la Ferrari di Fernando Alonso e l'alternatore della sua Red Bull. ''E' una bomba ad orologeria'', ammette Adrian Newey, direttore tecnico e 'inventore' della RB8. L'alternatore ha messo k.o. la monoposto dell'australiano Mark Webber nel Gp degli Stati Uniti andato in scena ieri sull'asfalto texano di Austin. Vettel, secondo alle spalle della McLaren-Mercedes dell'inglese Lewis Hamilton, ha 13 punti di vantaggio su Alonso quando manca una sola gara alla fine del campionato. Il sipario calera' domenica prossima con il Gp del Brasile: a Interlagos la Red Bull, che ha gia' messo in cassaforte il titolo costruttori, si presenta con la consapevolezza di avere una monoposto superiore a quella della Ferrari. Vettel sara' campione per la terza volta consecutiva se riuscira' ad arrivare almeno quarto: un'impresa ampiamente alla portata del tedesco. A meno che l'alternatore, il tallone d'Achille del team angloaustriaco, non faccia le bizze. Il problema che ha fermato Webber non e' una novita': ''E' la terza volta che ci succede quest'anno'', dice Newey, all'emittente britannica Sky, ricordando i guasti che hanno appiedato Vettel nelle gare di Monza e di Valencia. ''E' una vera bomba ad orologeria, nessuno sa quando smettera' di funzionare'', dice facendo scattare l'allarme. Vettel, pero', sembra tranquillo a meno di una settimana dall'appuntamento decisivo del campionato.