F1: Todt, piu' democrazia con nuovo Patto Concordia

Londra, 6 nov. - (Adnkronos) - La Formula 1 va verso una svolta democratica. Jean Todt, presidente della Federazione internazionale dell'automobile (Fia) e' convinto che il nuovo Patto della Concordia consentira' di gestire il principale sport motoristico con piu' equilibrio ed efficienza. La firma per varare 'accordo, che regolamentera' il circus dal 2013 al 2020, dovrebbe arrivare in tempi brevi. Il nuovo 'agreement', in particolare, dovrebbe rendere piu' snelle le procedure destinate a introdurre novita' regolamentari. ''Per me, sara' piu' semplice cambiare qualcosa. Al momento, per come e' strutturato l'accordo, non e' possibile modificare nulla'', dice Todt al magazine Autosport.

In particolare, l'intesa dovrebbe portare alla creazione di uno 'Strategy Working Group' formato da 18 persone: 6 rappresentanti dei team (Ferrari, McLaren, Red Bull, Mercedes, Williams e la squadra meglio piazzata nel Mondiale costruttori), 6 membri della Fia e 6 della Formula One Management, la societa' che detiene i diritti commerciali.

L'organismo valutera' eventuali variazioni regolamentari che verranno approvate a maggioranza semplice e poi trasmesse alla F1 Commission, alla quale parteciperanno i 6 team gia' presenti nello 'Strategy Group', un delegato della Fia, uno della Fom, 6 organizzatori dei Gp e un rappresentante dei produttori di motori.