FedEx Cup, è Snedeker il campione

Lo statunitense vince il Tour Championship e i playoff del PGA Tour. Opachi nell’ultima giornata McIlroy e Woods, Bene Donald e Rose in chiave Ryder Cup

A una settimana dalla attesissima Ryder Cup, il PGA Tour ha concluso i suoi playoff con un emozionante Tour Championship giocato sul bellissimo e difficile percorso dell’East Lake Golf Club di Atlanta in Georgia. 

A vincere il torneo e il trofeo che vale un extrabonus da 10 milioni di dollari, è stato Brandt Snedeker, 31enne di Nashville, quattro vittorie sul Tour, che ha chiuso i quattro giorni di gara con uno score di -10 sotto il par. Snedeker, rookie of the year sul PGA nel 2007 e quast’anno già primo al Farmers, ha preceduto di tre colpi l’inglese Justin Rose, e di quattro il duo formato da Ryan Moore e Luke Donald, autore di una fantastica rimonta nelle ultime 18 buche. Hanno invece perso posizioni e non sono riusciti a lottare per il successo Jim Furyk, leader sino alla 53esima buca dove ha chiuso con un triplo bogey, Tiger Woods che come al solito ha ceduto nel weekend dopo essere stato leader nella prima giornata e Rory McIlroy partito leader nella classifica della FedEx Cup e finito decimo dopo un ultimo giro in 74 colpi il primo sopra i 60 dopo 11 giri consecutivi nell’eccellenza.

Brandt Snedeker che in totale si è portato a casa 11.4 milioni di dollari, ha conquistato il successo dopo essere stato per la prima volta leader dopo tre giornate. Nonostante un doppio bogey alla 6, il vincitore ha girato alla nove in 35 colpi grazie ai due birdie alla 3 e alla buca 8. Nelle buche di ritorno, mentre i suoi avversari perdevano colpi, lo statunitense del Teennesse ha centrato tre birdie per distaccare tutti gli inseguitori prima di concludere con il bogey, ininfluente, alla 18. Le chance di rimonta di Rose si sono invece spente fra la 5 e la 6 dove con due bogey l’inglese, che gioca stabilmente negli USA, ha perso contatto da Snedeker senza più riuscire a recuperare. 

Il tanto pubblicizzato duello tra McIlroy e Tiger Woods per il bonus FedEx non si è materializzato. Woods ha consegnato una carta da 72 colpi per finire ottavo giocando ancora bene con i ferri ma pagando dazio dal tee e sui green.

Ottima ultima giornata, giro in 66, anche per Hunter Mahan che ha recuperato 12 posizioni per finire ottavo. Un segnale, ormai tardivo, a David Love, ct di Ryder che non lo ha scelto per la sfida di Medinah prefrendogli giocatori più esperti. In chiave Ryder buona prestazione anche per Sergio Garcia mentre ha deluso Lee Westwood finito ultimo fra i 30 finalisti del torneo. Ora tutta l’attenzione del golf mondiale si sposta a Medinah, nei pressi di Chicago, per la sfida USA vs Europa di Ryder Cup.