Giro d'Italia - A Nibali il ‘Giglio d’Oro’: “Voglio il Giro d’Italia”

Il messinese dell’Astana svela i suoi piani in vista della nuova stagione. “Il 2013 sarà un anno molto importante per me – ha detto Nibali a margine della consegna del premio come miglior italiano del 2012 -. Il mio grande obiettivo sarà il Giro d’Italia, ma voglio vincere anche una grande Classica in primavera. Poi sotto con il Mondiale a Firenze…”

Il suo 2012 è ancora sotto gli occhi di tutti: vittoria alla Tirreno-Adriatico, terzo posto al Tour de France dietro Wiggins e Froome e piazzamenti importanti alla Milano-Sanremo (3°) e alla Liegi-Bastogne-Liegi (2°). Vincenzo Nibali, secondo italiano di sempre a essere salito sul podio in tutti e tre i Grandi Giri (Giro, Tour e Vuelta), è il vincitore del ‘Giglio d’Oro’ 2012, il prestigioso riconoscimento che - di anno in anno - premia il miglior corridore italiano.

Il 28enne corridore messinese, che da quest’anno all’Astana dopo una vita in Liquigas, ha ritirato il premio a Pontenuovo di Calenzano, in provincia di Firenze. E’ stata anche l’occasione di visitare il circuito fiorentino che nell’autunno prossimo ospiterà il Mondiale 2013 di ciclismo. “Parte del percorso lo conosco, è sicuramente impegnativo e difficile”, le prime parole dello Squalo dello Stretto che ha inserito la conquista della maglia iridata tra gli obiettivi della sua stagione.

“Sono onorato di aver vinto il Giglio d’Oro per la seconda volta - ha detto Nibali a margine della consegna del premio -, soprattutto perché ho vissuto in Toscana per dieci anni (ora è residente in Svizzera con la moglie Rachele, ndr) e qui mi sento come a casa.”

L’esordio con la nuova divisa dell’Astana avverrà in Argentina, al Tour de San Luis, ma per veder correre Vincenzo con ambizioni di vittoria bisognerà attendere le grandi classiche di primavera, Milano-Sanremo e Liegi-Bastogne-Liegi su tutte. Quindi il Giro d’Italia, la grande corsa a tappe su cui ha deciso di concentrare i suoi sforzi, prima della seconda parte di stagione che potrebbe vederlo correre anche la Vuelta in vista del Mondiale di Firenze.

“Ho vinto la Vuelta, e il Giro d’Italia sarà il mio grande obiettivo in vista della prossima stagione - ha conferma il corridore messinese -. Spero inoltre di vincere una grande Classica, lo scorso anno ci sono andato vicino alla Milano-Sanremo e alla Liegi-Bastogne-Liegi. Mi piacerebbe vincere a Liegi o magari l’Amstel Gold Race o il Giro di Lombardia. Il 2013 sarà una stagione molto importante per me. Sono già pronto per tornare in bicicletta e non vedo l’ora del debutto con l’Astana al Tour de San Luis in Argentina”.