Gran Premio degli Stati Uniti - Alonso: "Male, ma in gara può succedere di tutto"

Fernando Alonso è fortemente deluso dalla pessima sessione di qualifica che l'ha relegato al nono posto nella griglia di partenza del GP di Austin e non può far altro che sperare negli imprevisti della gara. Vettel, il più veloce, sta invece coi piedi per terra: "Parto davanti ma nessuno ha ancora fatto punti"

SEBASTIAN VETTEL (Red Bull) - "Circuito nuovo, asfalto nuovo e quindi era un po' difficile trovare il grip, ma tutto ciò è stato molto divertente, anche scivolare tra le curve. La macchina è sempre stata la più veloce e sono felice per la pole, anche se nell'ultima sessione potevo essere più veloce, non sono andato bene nel primo e terzo settore come potevo e Lewis (Hamilton) mi è arrivato più vicino di quanto mi aspettassi. Ma parto dal lato pulito e dietro ho Mark Webber. Alonso in difficoltà? Non c'è molto da dire, io devo pensare a me stesso; sono felice per la qualifica che è andata bene. Oggi la macchina era a posto, ma ieri pomeriggio ho avuto qualche problema e quindi questo potrebbe anche ripetersi domani. Non si sa mai. Noi dobbiamo tenere la testa bassa e sfruttare ogni occasione perché sono stato il più veloce ma nessuno è ancora andato a punti. Le cose possono cambiare e quindi dobbiamo aspettare e vedere. Ci concentreremo sulla nostra corsa e vedremo di ottenere la vittoria nella classifica costruttori che è il nostro obiettivo per domani".

LEWIS HAMILTON (McLaren) - "Non sono così preoccupato della prima curva, più della partenza in seconda posizione sul lato sporco della pista. Proverò a partire bene, e poi la prima curva è ampia e non penso che ci siano problemi. Voglio provare a vincere a farò del mio meglio per farlo".

MARK WEBBER (Red Bull) - "Sono abbastanza contento del terzo posto, nel complesso sono riuscito a sfruttare al meglio le gomme, ma le due vetture davanti a me erano molto veloci e quindi sono contento: sono davanti e posso fare una buona gara e contribuire all'obiettivo di domani che è portare a casa il titolo costruttori".

FERNANDO ALONSO (Ferrari) - "Non abbiamo messo un giro tutti insieme. La qualifica non è stata facile, anche in Q1 e Q2 abbiamo sofferto abbastanza: siamo stati tropo lenti e partiamo troppo indietro. Le gomme? Sono le stesse per tutti, era invece il nostro lavoro che doveva farle funzionare. Sapevamo che era importante fare tanti giri, perché il migliore era sempre l'ultimo. In gara ora può succedere di tutto e il nostro obiettivo è fare più punti di Sebastian. Questo è ancora possibile domani, dove conterà l'affidabilità, poi ci possono essere incidenti, la safety car: ad Abu Dhabi eravamo più lenti ma abbiamo fatto tre punti in più di loro".

FELIPE MASSA (Ferrari) - "E' stata una qualifica meno buona di quanto si sperava, ma siamo più o meno dove è la macchina. Una qualifica così è come una lotteria: esci e all'ultimo giro fai il tempo, perché le gomme non si scaldano prima. Non ho fatto un buonissimo giro in Q3, se facevo quello della Q2 partivo più avanti, ma non ho fatto un giro molto pulito e questo mi ha fatto perdere delle posizioni. Il mio ruolo per domani? La Ferrari è in lotta con la McLaren per il secondo posto nella classifica costruttori e speriamo di fare il meglio possibile".

* * * * *

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport