Gran Premio degli Stati Uniti - Le pagelle del Gran Premio degli Stati Uniti

È Lewis Hamilton il re di Austin. L’inglese vince la gara texana, la penultima al volante della sua McLaren, battendo in gran stile Sebastian Vettel. Non esalta ma fa il possibile Alonso, ancora in corsa iridata mentre è ottima la prova tutta orgoglio di Felipe Massa

Lewis HAMILTON, 10 – Primo successo dopo la firma con la Mercedes. Una gara spettacolare ed esaltante, un sorpasso da maestro all’ormai probabile campione del mondo Vettel e un aiutino al suo ex rivale Alonso. E speriamo che la Mercedes riesca a dare una monoposto all’altezza al buon Lewis.

Sebastian VETTEL, 9 – Indomabile nelle libere, fantastico in qualifica e sverniciato in gara. Questo il riassunto del weekend texano di Seb. Il titolo è ormai a un passo e il tedesco potrà gestire i 13 punti di vantaggio su Fernando. Troppo forte oggi Hamilton, troppo in palla la McLaren. Preoccupa il ritiro di Webber.

Fernando ALONSO, 7 – Bellissima partenza e gara discreta per lo spagnolo. Il volto al termine dei 56 giri è abbastanza tirato, forse perché l’ottimista Fernando ha ufficialmente capito che solo un gran bel colpo di fortuna potrebbe regalare il titolo alla Rossa.

Felipe MASSA, 8 – Migliore del suo compagno di squadra e senza alcun dubbio. Il brasiliano si riprende nel migliore dei modi dalla mazzata del cambio e dei cinque posti persi in griglia. Una gara fantastica questa di Felipe, più veloce dell’ingombrante collega in rosso e chiusa con ben sette posizioni guadagnate.

Jenson BUTTON, 8 – Giusta la scelta di partire con le Hard. L’inglese soffre solo in partenza per poi rifarsi sotto e chiudere in quinta posizione grazie a una bella serie di sorpassi (bello quello ai danni di Raikkonen).

Kimi RAIKKONEN, 6 – Gara poco più che affrontata dal buon Kimi. È vero, ci ha provato e per poco, per un ritardo ai box, non riesce a beffare Alonso ma questo suo ritorno negli States non è certo da registrare e rivedere in futuro.

Romain GROSJEAN, 7 – C’è da premiare la costanza del francese. Penalizzato per il cambio, in ritardo in partenza e vittima di un testacoda nei primi giri. Il pilota Lotus si riprende e recupera posizioni con il coltello tra i denti. Bravo!

Nico HULKENBERG, 7 – Ottima gara per il pilota della Force India. Si ritrova subito nella mischia e resiste ad attacchi, uscite, contatti e sfuriate di ogni genere. Nico sta li, sopporta e si difende nel migliore dei modi. Un talento che meriterebbe un’importante occasione.

Pastor MALDONADO, 5 – Ci si aspettava qualcosina in più dalle Williams, ultime due macchine a chiudere la top ten texana. Si prendono a sportellate fin dai primi giri ma qualche errore di troppo e ingenuità rovinano la gara del venezuelano e del collega.

Bruno SENNA, 6 – Ci mette tanto cuore e guadagna anche una posizione rispetto alla partenza. Il duello con il suo compagno di squadra è un momento divertentissimo della gara. La vince Pastor ma la gara di Bruno è sicuramente da premiare.

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport