Grillini "Cassano deve chiedere scusa"

Non si fanno attendere le prime dichiarazioni alle parole di Antonio Cassano sui gay nel calcio. Il primo a parlare è Franco Grillini, da sempre impegnato in prima linea nei diritti degli omosessuali. Anche GayCenter attacca "Dice cassanate e dimostra arroganza"

GRILLINI "CASSANO DEVE CHIEDERE SCUSA" - "Proprio mentre Amnesty International dice che "i ritardi e l'ostruzionismo in Italia nell'approvazione della legge contro l'omofobia sono una violazione dello Stato italiano ai diritti dell'uomo", uno dei calciatori più noti, Cassano, pronuncia frasi offensive verso le persone omosessuali". Lo ha dichiarato il presidente di Gaynet Franco Grillini, a proposito delle parole di Cassano. "Da tempo andiamo dicendo che il calcio, e un po' tutto lo sport professionista, sono giacimenti di maschilismo e volgare machismo che poi concretamente si traduce in omofobia appunto "da stadio". Lo stesso ct della nazionale Prandelli aveva parlato di omofobia nel calcio come vero e proprio razzismo. Ora Cassano per le sue "esternazioni" (che non sono nemmeno tutto visto che conclude con "se dico quel che penso succede un casino") dovrebbe come minimo scusarsi e magari il ct dovrebbe lasciarlo a casa dai giochi europei. Finché non ci saranno provvedimenti esemplari, gli omofobi di ogni risma si sentiranno legittimati a profferire insulti e offese verso gli omosessuali senza remore. La domanda finale quindi è: tutto questo maschilismo, tutta questa omofobia, tutto questo odio verso la diversità fa bene allo sport? Avere dei trucidi milionari che parlano come se stessero al bar fa bene allo sport? Noi diciamo di no, razzismo e omofobia danneggiano l'immagine e la pratica sportiva come non mai perché danno l'impressione di un mondo fatto di aggressività e di violenza verso i diversi prima ancora che di agonismo e amore per l'attività fisica".

MARRAZZO (GAY CENTER) "PRANDELLI,PER FORTUNA LA PENSA DIVERSAMENTE" - "Cassano dice 'cassanate' sui gay mostrando arroganza e irresponsabilità. Unire sport e omofobia da' un messaggio pericoloso soprattutto verso i più giovani. Cassano mostra di non avere rispetto non solo sportivo ma umano verso i tanti che lo seguono considerandolo un campione. Meriterebbe quanto meno un'ammonizione se non un'espulsione dagli Europei. Ci conforta che invece il ct Cesare Prandelli la pensa diversamente". Lo dichiara in una nota il portavoce del Gay Center, Fabrizio Marrazzo.