I cinque che hanno incastrato Armstrong

Leipheimer, Zabriskie, Vande Velde, Hincapie e Vaughters si sono accordati con l'Usada per ottenere uno sconto di pena dopo aver testimoniato contro il sette volte vincitore del Tour de France

Cinque corridori sarebbero pronti a testimoniare contro Lance Armstrong in cambio di uno sconto di pena.

Stando al quotidiano olandese "De Telegraaf", Levi Leipheimer, Dave Zabriskie, Christian Vande Velde, George Hincapie e Jonathan Vaughters avrebbero raggiunto un accordo con l'Usada, l'agenzia antidoping statunitense, per cui sarebbero disposti a confessare l'uso di doping e accusare il sette volte vincitore del Tour de France in cambio di una squalifica di appena sei mesi da scontare dopo prossima la Vuelta di Spagna.

Secondo l'Usada, Armstrong, assieme ad altri cinque ex tesserati, tre dottori tra cui Michele Ferrari, un preparatore e il team manager Johan Bruyneel, avrebbe messo in piede un sistema basato sul doping dal '98 al 2011.

Per il sette volte vincitore del Tour anche l'accusa di aver fatto uso di Epo, testosterone, corticosteroidi e trasfusioni oltre che di agenti mascheranti, fornendo gli stessi prodotti ad altri.