Il Torneo Clausura va all'Arsenàl

L'Aresenal di Sarandì si prende il campionato argentino di Clausura, il primo in 55 anni di storia del club. L'equipe fondata nel 1957 dal presidente della Federcalcio argentina Julio Grondona festeggia dopo il successo contro il Belgrano

Grazie al successo per 1-0 sul Belgrano di Cordoba, che chiuderà in nove per l'espulsione di Lollo e Perez, l'Arsenàl si laurea campione d'Argentina per la prima volta nella sua storia.

Un titolo insperato alla vigilia degli ultimi 90 minuti che alla fine hanno consegnato nelle mani dei ragazzi di Gustavo Alfaro il primo titolo della loro storia. Qualche anno fa, nel 2007, era arrivata un'altra gioia, quella Copa Sudamericana ma il titolo nazionale da queste parti non lo conoscevano. Le circostanze e i risultati favorevoli hanno fatto sì che l'Arsenàl si laureasse campione.

Il successo casalingo sul Belgrano di Cordoba è arrivato grazie al colpo di testa al 27esimo di Lisandro Lopez mentre gli ospiti invece chiuderanno in 9 il match per via delle espulsioni di Lollo e Perez. Ma la notizia in cui tutti speravano e in pochi forse credevano, era il pareggio del Tigre che in casa contro l'Independiente, un incontro che ha regalato moltissime emozioni.

Dopo il vantaggio dei padroni di casa firmato Luna gli ospiti operano il sorpasso con la doppietta di Pato Rodriguez mentre sarà Diego Morales a siglare il gol del definitivo 2-2. L'altra squadra che ha lottato per la vittoria del titolo, il Boca Juniors, sconfitto settimana scorso per 3-0 dall'Arsenàl, ha chiuso a 5 punti dalla vetta e con una brutta sconfitta per 3-1 contro l'All Boys. Per la formazione di Sarandì un successo meritato visto che da aprile in poi, più precisamente dal giorno della sconfitta contro col San Lorenzo, ha ottenuto 19 punti dei 21 disponibili.