Jens Lehmann vuole andare alle Paralimpiadi

L'ex portiere della Germania potrebbe trovare posto nella squadra di calcio a 5-un lato per non vedenti in occasione dell'appuntamento di Rio de Janeiro 2016

La storia è di quelle interessanti. A pochi giorni dal termine delle Paralimpiadi di Londra 2012, le più riuscite di sempre, l'ex portiere di Milan, Borussia Dortmund e Arsenal Jens Lehmann confessa un desiderio quanto meno singolare. Quello di entrare a far parte della nazionale tedesca di calcio. Non quella "vera", ma quella costituita da giocatori non vedenti.

Ebbene sì, Lehmann non soffre di alcuna disabilità e vede perfettamente. Ma nel calcio a 5-un lato paralimpico, soltanto i giocatori di movimento devono essere non vedenti e portare la mascherina per garantire la regolarità della sfida. Il portiere (che non può mai lasciare la propria area), invece, non deve soffrire di cecità totale e può essere anche perfettamente vedente a condizione che sia stato tesserato dalla FIFA per almeno cinque anni.

Lehmann vorrebbe così tornare a vestire i panni di numero uno nella Mannschaft, così come accaduto nel Mondiale del 2006 e nell'Europeo del 2008. Il suo obiettivo è la Paralimpiade di Rio de Janeiro 2016, quando il portiere avrà 46 anni. "Questo progetto mi interessa molto - ha dichiarato -. E se starò bene fisicamente farò di tutto per esserci".

Il presidente della federazione paralimpica tedesca Julius Beucher ha aperto a questa possibilità, mentre il ct Ulrich Pfisterer si è detto entusiasta. Adesso non resta che vedere come andrà a finire questo progetto, senza dubbio interessante. Almeno quanto fu di valore il tentativo di David Beckham, che un anno fa si misurò con una squadra di calcio paralimpica giocando con una mascherina sugli occhi. Un gesto eloquente, capace di concedere un grande spazio ad atleti meno fortunati di altri.

IL VIDEO DI BECKHAM E IL CALCIO PARALIMPICO: