Kevin Staut : una vittoria che cade bene

Il numero 1 francese Kevin Staut (diecesimo dei FEI-Rolex rankings), si è aggiudicato sabato sera a Monte-Carlo, il sesto Gran Premio del Global Champions Tour 2012.

Il numero 1 francese Kevin Staut (diecesimo dei FEI-Rolex rankings), si è aggiudicato sabato sera a Monte-Carlo, il sesto Gran Premio del Global Champions Tour 2012.

Una vittoria aquista al termine nello spareggio che l’opponeva a tre outsiders.

Prima a lancarsi sul percorso del capo di pista Uliano Vezzani, la svizzera Christina Liebherr e il suo eccellente cavallo LB Callas Sitte Z mancò di poco il senza fallo, e dové contentarsi del quarto posto.

Il terzo rivenne a l’natteso marocchino Abdelkebir Ouaddar che monta i Cavalli del re Mohamed VI e si allena da sei mesi con Marcel Rozier nella prospettiva di partecipare ai JEM 2014 in Normandia.

Hans-Dieter Dreher e il suo fabuloso Stallone Embassy II, che monta solo da un anno, assicuravano il secondo posto grazie ad un senza fallo. Nell’assenza degli abituati del circuito (Beerbaum, Ehning, Kutscher che preparano il CSIO di Aix la Chapelle), il tedesco avrebbe potuto imporsi se il francese Kevin Staut, ultimo ad andarre, calculando i rischi al più guisto, ne decida altrimenti.

Il successo di Kevin Staut arriva due giorni dopo l’annucio della creazione della squadra « HDC Compétition » nella quale è « socio » a Patrice Delaveau ed Olivier Guillon, tutti sponsorizzati dalla signora e il signore Perron-Pette, proprietari della stazione di monta equina delle Coudrettes. Un bel modo di aprire questo nuovo progetto di carriera originale.

Per altro, è anche se è sempre stato assiduo sul circuito del GCT, il campione di Europa 2009 (Windsor) e vicecampione del mondo con squadre (Lexington), vinceva solo a Monte Carlo il suo primo Gran Premio di questa serie.

Finalmente, questo successo ottenuto appena alcuni mesi dopo la presa in mano di Rêveur de Hurtebise, l’ex cavallo della svedese Malin Baryard-Johnsson comprato dalla Stazione delle Coudrettes, le ha probabilmente permesso di riprendere fiducia dopo un inizio di stagione contrariato dalla rottura con il suo pricinpale partenario, la stazione di monta di Hus e la perdita di Zeta de Hus passata sotto la sella di Michel Robert. Sceso del cavallo, Kevin Staut si dichiarava felice e alleviato : « Spero che con così ho finalmente guadagnato la selezione per i giochi olimpici di Londra ! »