Djokovic-Nadal slitta a lunedì alle 13

Finale aperta e rimandata per pioggia su Parigi alle 13:00 di lunedì: si riparte dal quarto set su punteggio di 2-1 con break a favore di Novak Djokovic, ma è Rafael Nadal a condurre nei set 6-4 6-3 2-6. Sono state due le sospensioni, la prima di mezzora, per inagibilità del Philippe Chatrier

La finale del Roland Garros 2012 tra Novak Djokovic e Rafael Nadal è stata sospesa per pioggia alle 18.51 e rimandata a domani alle 13:00 sul punteggio di 6-4 6-3 2-6 a favore dello spagnolo. Si ripartirà dal 2-1 con break a favore di Nole in apertura quarto set.

L'EVOLUZIONE DEGLI OPPOSTI - Non era mai successo nella storia del tennis: Rafael Nadal e Novak Djokovic riprenderanno domani la loro quarta finale Slam consecutiva (a Wimbledon, Flushing Meadows e Australian Open ha vinto il serbo) da prime due teste di serie del torneo, ma i loro progressi verso l’epilogo di Parigi non potevano essere più diversi. Rafa Nadal ha giocato il miglior tennis della sua carriera sulla sua superficie preferita nell'Open che ha vinto sei volte disputando sette finali negli ultimi otto anni. In questa edizione lo spagnolo ha dominato fino alla finale senza perdere set (soltanto Nicolas Almagro l’ha portato fino a un tie-break nei quarti) dimostrando un gap incolmabile per qualsiasi avversario. Per Nole Djokovic è stata la prima finale del Roland Garros ottenuta dopo due maratone di cinque set contro Andreas Seppi e il bravissimo Tsonga (4 match-point annullati dal serbo) e senza mai ripetere, sul piano del gioco, i fasti del 2011. Anche i precedenti su terra rossa non sono favorevoli al serbo, perché Nadal ne ha vinti 11 su 13 con gli unici due successi di Djokovic nel 2011 a Madrid e Roma. Proprio agli Internazionali d'Italia, meno di un mese fa, l'ultimo scontro diretto in finale con perentorio 7-5 6-3 Nadal.

PRIMI SET COME DA PRONOSTICO - Partenza shock per Djokovic, che perde i primi due turni di servizio e va sotto 0-3: Nadal è indemoniato e fa 6 winner col dritto nei primi tre giochi, ma il quarto e il sesto vanno ai vantaggi (Nole tiene il servizio nel quinto) e il serbo recupera subito il risultato. Succede che Nadal rinuncia improvvisamente alla profondità accorciando col rovescio e Djokovic può finalmente azzardare coi piedi in campo. Ma è un'illusione, perché Djokovic fa doppio fallo su un altro break-point e sbaglia i tre rovesci seguenti consegnando il primo set a Nadal, 6-4, in 58 minuti. Secondo set analogo, perché Djokovic concede subito il break (ancora col doppio fallo!) e lo recupera con due lob perfetti e un diagonale rovescio che somiglia a un capolavoro per il 2-2. Nadal risponde iniziando ad aprirsi il gioco per qualche comoda palla corta e torna avanti nel punteggio, con partita sospesa per pioggia sul 5-3 per lo spagnolo e al rientro sul Philippe Chatrier dopo mezzora arriva anche il secondo break (recupero e dritto vincente in corsa di Nadal) che chiude il set 6-3 in 56'.

DJOKOVIC RIBALTA LA FINALE - Le percentuali di prima del serbo, meno della metà, sono mortificanti e Nadal fa subito break a zero nel terzo set con 6 punti consecutivi, ma poi cambia improvvisamente l'inerzia dell'incontro, perché Djokovic esce dall'impasse col serve&volley e, finalmente, con tre prime vincenti consecutive. Nole non si ferma più, inserendo ancora qualche variante smorzata, il 70% di prime e 8 winner per vincere sei giochi consecutivi e il terzo set 6-2 in 45 minuti.

SECONDA E ULTIMA SOSPENSIONE - Il quarto set si apre con un game combattutissimo - Djokovic e Nadal alzano il ritmo e la qualità del loro gioco e regalano uno scambio interminabile di 44 colpi (sbaglia lo spagnolo col rovescio sulla rete) - e considerevole, perché Nole va subito avanti di un break con un'altra diagonale di rovescio incantevole. Arriva anche l'ottavo gioco consecutivo a favore di Djokovic con servizio a zero, mentre Rafa si lamenta palesemente delle condizioni del campo (dalla prima interruzione non ha mai smesso di piovere, ma il drenaggio del Chatrier sembra assodato) e lo spagnolo vince l'ultimo game a battuta prima della seconda sospensione su intervento del supervisor.

RECORD DA BATTERE - Dovremo attendere fino a domani per conoscere quale altra pagina della storia del tennis verrà scritta. Se Rafael Nadal vincerà il suo settimo Roland Garros battendo il primato di Bjorn Borg o se Novak Djokovic sarà riuscito nell'impresa di quattro titoli Slam consecutivi dopo Wimbledon, Flushing Meadows (2011) e Australian Open: non accade dal Grande Slam di Rod Laver del 1969.

Vuoi seguire il Roland Garros in LIVE-STREAMING dal tuo pc, dal tuo iPhone o dal tuo iPad? Scopri Eurosport Player (www.eurosportplayer.it), la nostra WEB-TV che seguirà tutti i match in diretta da Parigi