Macau - Robert Huff è il nuovo campione del mondo!

Il britannico della Chevrolet conquista il titolo WTCC davanti al compagni di squadra Alain Menu e Yvan Muller

Robert Huff è il nuovo campione WTCC 2012. Il britannico della Chevrolet ha avuto la meglio sui compagni di squadra Alain Menu e sul campione in carica Yvan Muller, al termine di una stagione esaltante. Un dominio assoluto della Chevrolet con una battaglia interna senza precedenti. Tre piloti per un titolo che Huff strappa grazie soprattutto all’intelligenza e la strategia in gara. Bella e “drammatica” la lotta a due tra Yvan Muller e Alain Menu, con l’elvetico capace, grazie al successo di gara 2, di lasciarsi alle spalle l’ingombrante collega. Giusta la politica Cruze di mantenere aperta la sfida fin dai primi appuntamenti stagionali, premiata da un finale da brividi.

A consegnare il titolo a Robert Huff Gara 2 a Macao. Il pilota inglese, secondo al traguardo, è giunto alle spalle proprio di Alain Menu precedendo l’altra Chevrolet di Yvan Muller. Una gara bella e, purtroppo per lo spettacolo, conclusa sotto regime di Safety Car. Gara che ha visto le tre Cruze rimontare, evitando i numerosi incidenti e gestendo al meglio le bandiere gialle. Tutto facile solo per il vincitore, Alain Menu, subito in testa nei giri iniziali e salvato dai problemi altrui. Unico a tenere botta al pilota in testa è stato il suo collega, già iridato ma desideroso di chiudere nel migliore dei modi la sua esaltante stagione. Rob Huff, nel tentativo di recuperare Muller rischia addirittura il contatto con la Seat dell’Indipendente Pepe Oriola. Proprio lo spagnolo è protagonista di un incidente nel finale, nel disperato tentativo di sorpasso a Norbert Michelisz per la conquista del titolo Yokohama. Un sorpasso azzardato che ha costretto i commissari a far entrare la safety car fino al traguardo.

Ritiro anche per Gabriele Tarquini e per Stefano D’Aste. Da segnalare inoltre lo spaventoso incidente di Alex MacDowall che esce di strada a tutta velocità scontandosi contro le barriere, per fortuna senza conseguenze fisiche. Al quarto posto la promettente Honda Civic, guidata dal portoghese Tiago Monteiro.

A niente vale quindi la vittoria in gara 1 per Yvan Muller. Il francese, campione in carica, fin dalle prime battute tenta il miracolo per difendere un titolo ormai lontano. Menu finisce alle spalle di Muller mentre si ritira il leader della generale Rob Huff. Una situazione che ha reso interessante gara 2. Una buona notizia è il terzo posto della Honda, in crescita continua e già dalle prossime settimane affidata all’esperienza di Gabriele Tarquini, all’ultima gara al volante della Seat.

Per quanto riguarda la classifica, il Titolo costruttori è andato alla Chevrolet davanti a BMW e Seat. Titolo a squadre del Trofeo Yokohama alla ROAL Motorsport, seguita da Lukoil Racing Team e dal Tuenti Racing Team.