Zanardi portabandiera, Pizzo e Pistorius d'oro!

Altra giornata ricca di soddisfazioni per l'Italia. Ad arricchire il bottino azzurro ci ha pensato Giorgio Farroni, argento nella prova su strada Mixed T1-2 in 45'24", mentre i Pizzo vincono l'oro nel tandem

Altra giornata di successo a Londra. Ad arricchire il bottino azzurro ci ha pensato Giorgio Farroni, argento nella prova su strada Mixed T1-2 in 45'24", a soli sette secondi dal britannico David Stone, oro in 45'"17. Sul gradino più basso del podio il ceco David Vondracek (48'34").

Per il ciclismo paralimpico italiano si tratta dell'ottava medaglia londinese, col computo totale della spedizione azzurra che sale a 8 ori, 7 argenti e 11 bronzi.

ZANARDI PORTABANDIERA - Sarà Alex Zanardi il portabandiera dell'Italia alla Cerimonia di chiusura delle Paralimpiadi di Londra, in programma domani. Il 45enne ex pilota di Formula Uno, che oggi sarà impegnato nella team relay, è stato protagonista nei giorni scorsi mettendosi al collo due medaglie d'oro, aggiudicandosi sia la cronometro che la prova su strada per la categoria H4. L'alfiere azzurro alla cerimonia d'apertura era stato l'arciere Oscar De Pellegrin.

IVANO E LUCCA PIZZI D'ORO - Il tandem azzurro, composto dai fratelli Ivano e Lucca Pizzi, ha vinto la medaglia d'oro nella prova su strada alle Paralimpiadi di Londra2012. Dopo 13 giri di complessivi 104 chilometri, la coppia italiana ha preceduto il tandem polacco (argento) e quello slovacco (bronzo).

ZANARDI ANCHE D'ARGENTO - L'Italia ha vinto la medaglia d'argento nella staffetta mista a squadre di ciclismo alle Paralimpiadi di Londra2012. Al termine dei 18 chilometri di gara, Fenocchio, Podestà e Zanardi, ultimo frazionista, si sono piazzati secondi, alle spalle degli Stati Uniti, oro. Bronzo per la Svizzera.

PISTORIUS CHIUDE CON L'ORO - Questa volta non poteva sbagliare e così non è stato. Il sudafricano, autentica stella delle Paralimpiadi, ha fatto sua la medaglia d'oro nei 400 metri T44 con un tempo di 46''68. Argento per lo statunitense Blake Leeper (50''14), mentre il bronzo va all'altro americano David Prince (50''61) e il brasiliano Olivera si deve accontentare della medaglia di legno (51''59). Oscar Pistorius si toglie un peso e chiude qui la sua Paralimpiade, con loro più ambito. Un'altra impresa da incorniciare in un'estate davvero emozionante per lui.